Istat: in Italia si fanno meno figli e sempre più tardi


In Italia si fanno sempre meno figli e sempre più tardi. In compenso le mamme italiane sono sempre più istruite e presenti nel mercato del lavoro e non solo perché ne hanno bisogno economicamente ma anche per l’interesse per il tipo di lavoro svolto che le gratifica e le coinvolge. Sono questi i risultati della seconda edizione dell’Indagine campionaria sulle nascite – condotta dall’Istat nel 2005 – su un campione di circa 50 mila madri di bambini iscritti in anagrafe per nascita nel 2003 (il 10% di tutte le madri del 2003). Le madri sono state intervistate a distanza di 18-21 mesi dalla nascita del figlio: si tratta di un lasso di tempo particolarmente significativo, essendo quello in cui generalmente matura la scelta di avere o meno un altro figlio e in cui si pongono in modo accentuato le problematiche del conciliare gli impegni lavorativi extra-domestici con quelli familiari.

Clicca qui per scaricare l’indagine completa Istat (file .pdf)


Potrebbero interessarti anche