Niente più permesso di soggiorno per i bimbi stranieri adottati


Ai fini del soggiorno del minore straniero adottato o affidato a scopo di adozione non è richiesto il permesso di soggiorno. A stabilirlo è una direttiva siglata lo scorso 21 febbraio dal Ministro dell’Interno e dal Ministro delle Politiche per la Famiglia. Con tale provvedimento è stata dunque abolita la norma secondo la quale un bambino adottato all’estero da una coppia italiana deve chiedere – al momento del suo arrivo in Italia e nonostante già in possesso di un cognome italiano – il permesso di soggiorno come qualsiasi cittadino straniero. La direttiva, ora alla registrazione della Corte dei Conti, è così un contributo per sostenere positivamente il legame affettivo e l’inserimento del minore oltre che nella famiglia anche nella nostra società.

Clicca qui per scaricare la direttiva in formato .pdf


Potrebbero interessarti anche