Giocattoli al piombo: Mattel ritira 1,5 milioni di prodotti


“Cari Genitori,

Molte delle persone che lavorano presso Mattel sono a loro volta genitori. Come voi, sappiamo che niente è più importante della sicurezza dei nostri bambini.

Come probabilmente sapete, recentemente abbiamo volontariamente richiamato alcuni prodotti per due ragioni diverse: l’uso di una vernice al piombo non consentita e i rischi associati al distacco di magneti piccoli ma potenti.

Vogliamo essere certi che tutti i genitori siano messi al corrente di questi problemi, restituiscano i prodotti interessati dal problema e sappiano che abbiamo già intrapreso le dovute misure cautelative per garantire ulteriormente la sicurezza dei nostri giocattoli.

Ci auguriamo di non essere più costretti a richiamare alcun prodotto, ma in caso il richiamo sia necessario, provvederemo a risolvere il problema tempestivamente e ad informarvi rapidamente.

La nostra lunga esperienza nel campo della sicurezza è la ragione per cui Mattel è uno dei nomi più affidabili per i genitori. Ci auguriamo che le misure cautelative che stiamo già intraprendendo non deluderanno tale fiducia.

Vi ringrazio per la vostra continua fiducia,

Bob Eckert

Chairman & Chief Executive Officer

Mattel, Inc.”

E’ questo il messaggio che il colosso dei giocattoli Mattel ha messo online sul proprio sito Internet – tradotto in circa 20 lingue – dopo il ritiro volontario di 1,5 milioni di giocattoli fabbricati in un impianto in Cina e destinati ai bambini di età prescolare. Il motivo? La vernice dei prodotti conterrebbe quantità ecccessive di piombo, che potrebbe causare danni alla salute dei bambini.

Nel sito istituzionale è pubblicata la lista di prodotti oggetto del richiamo – una decina di modelli, tra i quali le macchinine Pixar Cars Sarge, che sono state richiamarte anche in Italia – e anche se al momento non sono stati riscontrati incidenti o malori, la Mattel avverte che il piombo è tossico e può provocare, se ingerito, danni alla salute per i bambini piccoli. L’azienda consiglia i consumatori di tenere i giocattoli a rischio fuori dalla portata dei bambini e di contattare per qualsiasi altra informazione il numero verde 800-11-37-11.

“L’allarme suscitato dai giocattoli Mattel è molto preoccupante anche per le famiglie italiane e non si comprende il comunicato tranquillizzante della Mattel Italia”. È questo il commento di Antonio Longo, presidente del Movimento Difesa del Cittadino (MDC) alla notizia del ritiro della Mattel dei giocattoli al piombo. “Da alcuni anni il Movimento Difesa del Cittadino ha espresso forti preoccupazioni per l’aumento esponenziale dell’importazione di giocattoli Made in

China e da altri Paesi che non garantiscono il controllo sui prodotti nocivi (collanti, coloranti, impianti elettrici, materie plastiche, etc.) utilizzati nella produzione di giocattoli destinati spesso ai più piccoli”.

Secondo le tabelle dell’associazione con i dati Assogiocattoli, l’Italia ha importato l’anno scorso oltre 1350 milioni di € di giocattoli vari, biciclette, luminarie e addobbi natalizi, articoli per le feste di Carnevale e per la festa di Halloween e il dato aumenta di anno in anno. Oltre la metà di queste importazioni (722 mn €, pari al 53% delle importazioni totali) viene dalla Cina. “Un altro esempio di pericolo è dato dalle minimoto per bambini, – dice Longo – di cui abbiamo chiesto più volte il ritiro e il divieto di commercializzazione. Chiediamo al Ministro dello Sviluppo Economico (competente per la

sicurezza dei prodotti) e al Ministero della Salute di creare una Commissione di inchiesta sulla sicurezza dei giocattoli e in particolare su quelli di importazione, rafforzando i sistemi di controllo dei porti”.

Per maggiori informazioni:

Mattel-Safety


Potrebbero interessarti anche