Dietro la ‘patacca’ c’è un bambino sfruttato


Una foto in bianco-nero di un bambino che, con il volto triste, lavora a una macchina da cucire. Si presenta così, su autobus e manifesti, la campagna lanciata dal Comune di Roma per combattere la contraffazione. Nella foto la scritta: “Dietro una maglia falsa non c’è un grande stilista”.

La campagna è stata presentata dagli assessori capitolini alla sicurezza Jean Leonard Touadi e alla Comunicazione e Pari Opportunità Cecilia D’Elia per ricordare che acquistare merce contraffatta vuol dire diventare l’ultimo anello di una catena di sfruttamento; catena che inizia con la violenza sui bambini.

La campagna è promossa da: Assessorato alla Sicurezza – Assessorato alla Comunicazione – Indicam, Istituto di Centromarca per la lotta alla contraffazione.

Per maggiori informazioni: www.comune.roma.it


Potrebbero interessarti anche