“PiùLatte” e “BestBreast”: nuovi guai per la Milte


Il Garante ha deciso di contestare alla società Milte Italia “la violazione di cui all’art. 27, comma 12, del Decreto Legislativo n. 206/05, per non aver ottemperato alla delibera dell’Autorità n. 17063 del 3 luglio 2007”, in base alla quale erano stati giudicati ingannevoli alcuni messaggi pubblicitari – diffusi da Milte Italia e relativi agli integratori “PiùLatte” e “BestBreast” – ed aveva condannato l’azienda al pagamento di una multa di 26.100 euro oltre al divieto di ulteriore diffusione degli stessi.

L’azienda produttrice di alimenti per l’infanzia rischia ora una nuova sanzione pecuniaria.

Ricordiamo che BambinoNaturale si era occupato della vicenda, pubblicando un approfondimento disponibile all’indirizzo Per maggiori informazioni: www.bambinonaturale.it/detail.asp?IDN=213&IDSezione=11

La decisione del Garante è stata pubblicata sul Bollettino n. 49 del 22 gennaio 2008. Per maggiori informazioni: www.agcm.it


Potrebbero interessarti anche


  • Rita

    All”ospedale dove è nato mio figlio che ora ha 13 mesi, al primo controllo, mi sono stati dati dei campioni di PiùLatte, che io ho buttato ritenendoli inutili. Secondo il medico, il bambino, allattato al seno, non era cresciuto abbastanza.
    Anche con il primo figlio avevano sollevato la stessa obiezione, quella volta consigliandomi addirittura di integrare con latte artificiale.
    Il primo figlio è stato allattato da me fino a un anno. Il secondo continua a prendere latte da me.
    Spero che certi medici comincino a leggere le vostre news.

  • lucilla

    Volevo segnalarvi questo articolo: http://www.ilsalvagente.it/Sezione.jsp?titolo=””Mamma,%20%E8%20meglio%20con%20l”integratore””&idSezione=31