Difendiamo i nostri coniglietti nani


Numerose segnalazioni da parte dei consumatori sono arrivate all’Associazione Codici (Centro per i diritti per il cittadino) in riferimento a presunti danni causati ai conigli da compagnia dai mangimi commercializzati dalle più grandi multinazionali.

Il coniglio è un animale “strettamente erbivoro” che trova nel fieno, nell’erba, nelle verdure il suo sostentamento ideale. Erba e altre piante di campo (trifoglio, tarassaco, ecc), oltre a fieno di buona qualità sono gli alimenti più adatti alla sua fisiologia. Pertanto, il mangime, per avere le caratteristiche adeguate a salvaguardare la salute del coniglio, deve essere fatto solo con erbe, fieno e vegetali e non deve assolutamente contenere semi, granaglie o cereali.

Tutti gli alimenti confezionati che ne contengono, infatti, sono causa dei problemi di salute dei conigli. Queste miscele sono solitamente utilizzate per l’allevamento dei conigli da carne con il fine di garantire una rapida crescita e l’ “ingrassamento” dell’animale, la cui vita è di breve durata al contrario di quanto auspicabile per un animale da compagnia.

“Tra le principali cause di questa errata alimentazione, rileviamo gli ascessi dentali che richiedono interventi chirurgici di asportazione e drenaggio e conseguente terapia antibiotica – commenta la responsabile Ambiente Codici, Valentina Coppola – che costituiscono un doppio danno per i consumatori: economico, poiché questi interventi necessitano di un veterinario specializzato; di tipo esistenziale poiché causa disagio ad un animale di compagnia”.

“Poiché tale dannosità è direttamente riferibile ai prodotti commercializzati- continua il segretario nazionale del Codici, Ivano Giacomelli – il Codici, con una nota al Ministero della salute e al Ministero dello sviluppo economico, invita all’immediato ritiro dal commercio dei mangimi per i conigli, nonché il risarcimento danni nei confronti dei soggetti danneggiati da tale prodotto e da noi raccolti”.

In caso contrario, il Codici avvierà una azione collettiva risarcitoria, nonché le ulteriori azioni a tutela degli interessi dei consumatori danneggiati.

Per avere ulteriori informazioni e scaricare il modulo di adesione:

www.codici.org


Potrebbero interessarti anche