I pannolini lavabili: ecco come fare


I pannolini lavabili sono un innovativo “ritorno all’antico”. Ovvero, sono i vecchi ciripà delle nostre mamme rivisitati in chieve moderna. Non più lacci e laccetti da annodare, ma un pannolino in cotone sagomato come un usa e getta, con chiusure di velcro ai lati e coperto da una mutandina in tessuto impermeabile e traspirante. Ne esistono in vari modelli e costi ed ogni mamma può calibrare la spesa in base alle proprie esigenze e “tasche”.

Quali sono i vantaggi?

Noi abbiamo scelto di utilizzare i lavabili per prima cosa per un maggior benessere dei nostri figli. Avere a contatto della pelle il morbido cotone c’è sembrato più confortevole che avere la carta dell’usa e getta.

A questo si sono sommati altri vantaggi: un risparmio notevole rispetto all’acquisto di una fornitura di usa e getta per due figli (i lavabili infatti si passano da figlio a figlio!) e un ridottissimo impatto ambientale (i pannolini usa e getta si decompongono in circa 500 anni).

Spesso si pensa che siano una gran fatica, ma in realtà con un minimo di organizzazione lavare e stendere i pannolini non è poi faticoso, con una buon corredo (almeno 20-24 pezzi) basta una lavatrice ogni 2-3 giorni e si è tranquilli di non restare mai senza.

Perchè è nata la mailing list e di cosa si discute?

La mailing list è nata circa tre anni fa, all’epoca reperire informazioni sui lavabili era un po’ complicato, in Italia non erano ancora molto noti e spesso bisognava rivolgersi a liste o siti in lingua inglese per avere qualche “dritta”. Così pensai di mettere in rete le esperienze delle mamme, per permettere a chi volesse saperne di più di avere un luogo in cui scambiare informazioni “di prima mano” non mediate da interessi aziendali.

Ovviamente si parla anche di altre cose, con un particolare occhio ai temi ambientali.

Quali sarebbero secondo te le cose da fare per diffondere la pratica tra le mamme?

Bella domanda… beh, inizierei dai corsi preparto. Almeno proverei a far conoscere alle mamme che esiste anche una possibilità diversa dagli usa e getta. E poi ne incentiverei l’uso nei nidi comunali. Si risparmierebbero un bel po’ di soldi che potrebbero essere investiti in modo migliore(penso a tante carenze strutturali…).

Si parla tanto di smaltimento dei rifiuti, ma perchè non si inizia a proporre in modo serio un modo per ridurre i consumi? In alcuni comuni si danno incentivi economici ai genitori che scelgono i lavabili, questo mi sembra senza dubbio un ottimo modo di diffondere uno stile di vita più rispettoso dell’ambiente.

Inoltre è importante il passa parola, l’esperienza delle mamme che li usano è sempre preziosa! Ma sono contenta perchè ultimamente alcune riviste se ne sono occupate, prima fra tutte: UPPA, Un Pediatra per amico.

Riferimenti:

Mailinglist pannolini lavabili: http://it.groups.yahoo.com/group/pannolinilavabili


Potrebbero interessarti anche