Sì agli amici a quattro zampe per difendersi dalle allergie


Un cane in casa aiuta a ridurre i rischi di allergie infantili. Lo rivela uno studio tedesco del Centro di ricerche nazionale per la salute ambientale di Monaco. Dopo sei anni di studio, e l’osservazione di circa 9 mila bambini, gli scienziati hanno concluso che “vivere a stretto contatto con un animale ‘allena’ il sistema immunitario dei bimbi a essere meno sensibile, e dunque a scattare con meno probabilità di fronte agli allergeni. Con una riduzione dei casi di asma, eczema e febbre da fieno”. La ricerca è pubblicata sull’European Respiratory Journal.

In sostanza un cane in casa costituirebbe – questa la tesi più accreditata dai ricercatori tedeschi – una sorta di training per il sistema immunitario infantile, per via delle sostanze che si annidano nel pelo degli amici a quattro zampe. Se questo è il meccanismo, è però stato notato che “a fare la differenza è la coabitazione con il cane, e non le frequenti ancorché saltuarie carezze con animali che si incontrano al parco o da amichetti”. Dunque non basta far avvicinare il proprio bambino ai cani di amici e parenti, se si vogliono ridurre i rischi di veder soffrire il figlio di allergie. Ma bisogna proprio fare spazio in casa a un amichetto a quattro zampe.

Informazioni:

European Respiratory Journal


Potrebbero interessarti anche