Alla Coop, un pannolino è per sempre


Ultimamente BambinoNaturale si è occupato di pannolini lavabili. I pannolini di stoffa, oltre ad essere uno strumento per preservare il benessere del pianeta possono avere dei vantaggi dal punto di vista economico per le familgie. La spesa viene fatta una tantum e possono essere utilizzati per più di un bambino. A volte però un genitore potrebbe essere scoraggiato ad acquistarli poiché si trovano in esposizione in negozi specializzati oppure su internet. Da poco però alcuni supermercati hanno deciso di renderli disponibili anche nei loro punti vendita.

Si chiamano popolini, dal nome della ditta Popolino che li ha lanciati, e sono in vendita già dai primi di giugno anche negli ipermercati Ipercoop di Sesto Fiorentino, di Cascina (Pisa) e nei supermercati di Ponte a Greve e Pisa Cisanello. Sono i nuovi pannolini lavabili e sembrano avere tutte le carte in regola per rappresentare un’alternativa importante ai vecchi monouso. Si lavano in lavatrice, si asciugano facilmente ed il gioco è fatto. I popolini utilizzano cotone biologico e fibre tecniche di ultima generazione, sono certificati Ekotex, il marchio europeo che ne garantisce l’esenzione da residui chimici.

Le fibre di questo nuovo pannolino, fresche e confortevoli prevengono infezioni ed allergie, evitano il surriscaldamento dell’apparato riproduttivo e dulcis in fundo, salvano dal rischio di infertilità in età adulta. La particolare conformazione del pannolino di stoffa, favorendo la giusta divaricazione delle gambe, consente anche un corretto sviluppo delle anche. I pannolini lavabili rappresentano anche risposta all’emergenza rifiuti. Un bambino nei primi tre anni di vita consuma almeno 1.000 chili di pannolini usa-e-getta, con i pannolini riutilizzabili avremo altrettanti chili di rifiuti in meno nel cassonetto.

Se l’ambiente ringrazia, anche il bilancio familiare tira un bel respiro di sollievo perchè se si consideriamo una media di 5 pannolini al giorno per circa tre anni, occorrono circa 5.500 pannolini prima che un bimbo diventi autonomo. Stimando che il prezzo al minino di un pannolino usa e getta è di circa 0,23 € la spesa è di ben 1.265 euro pro capite. Invece con 20 pannolini 2 mutandine per un costo di 300 euro, si ha un risparmio di oltre 900 euro. E se arriva un altro bebè i popolini si possono riutilizare anche per anni. Sono anche facili da usare perchè forniti di bottoni automatici che permettono di regolare al meglio la taglia. Bisogna comunque lavarli anche da nuovi, perchè raggiungono la massima assorbenza dopo 3 o 4 lavaggi.

In lavatrice a 50-60° si raccomanda di non usare l’ammorbidente, basta una tazzina di aceto al momento del risciacquo. Potete anche usare l’asciugatrice, possibilmente non troppo calda. Le mutandine impermeabili di corredo non devono essere lavate ad ogni cambio, spesso sarà sufficiente sciacquarle a freddo o pulirle con un panno umido. In lavatrice fino a 60°, ma senza candeggianti. Non asciugatele mai direttamente sui caloriferi e non strizzatele. Con il tempo, in corrispondenze alle cuciture delle mutandine possono verificarsi delle piccole perdite. Applicando un’apposita cera con le mani, nei posti critici e aiutandosi anche con il phon, la mutandina diventa di nuovo impermeabile.

Riferimenti:

Coop Firenze


Potrebbero interessarti anche


  • alessandra

    ho una bimba di due mesi e sto usando i pannolini lavabili. Li consiglio a tutte le mamme, non è affatto un trambusto lavarli e per ora quando usciamo per molte ore ci portiamo comunque dietro quelli usa e getta (biodegradabili)… vedo già un grosso risparmio economico per non parlare del rispetto per l”ambiente!

  • christina

    Ho un bimbo di 6 mesi. Ho iniziato solo ora ad usare i popolini: un”allergia che persisteva da settimane (con pannolini usa e getta)in zona inguine si è risolto in poco più di un giorno!