Per le mamme che allattano, angoli riservati in negozi e farmacie

L’associazione familiare Famiglia di Famiglie in collaborazione con il Centro per le Famiglie del Comune di Cremona ha promosso attraverso il progetto Fiocco Rosazzurro la creazione di uno “spazio amico” dedicato alle mamme che allattano al seno, presso alcuni negozi e farmacie della città di Cremona. Il progetto è finanziato dalla Regione Lombardia grazie alla legge n. 23/99 Politiche regionali per la famiglia – bando 2007.

Uno degli obiettivi del progetto Fiocco Rosazzurro è quello di creare nella città di Cremona luoghi idonei e discreti, dove le mamme possono allattare al seno il loro bimbo quando sono fuori casa, in città per compere, commissioni o momenti di svago. Alcune città italiane (per es. Modena, Trieste) da anni hanno dato avvio a progetti di “Negozio Amico” dove alcuni titolari di negozi e farmacie hanno messo a disposizione un angolo attrezzato del loro esercizio per accogliere le mamme e i loro bimbi per il momento dell’allattamento al seno, senza obbligo d’acquisto.

Si avvierà anche a Cremona in via sperimentale una simile opportunità, così da creare una rete solidale tra pubblico e privato che è di reale sostegno alle mamme nel momento dell’allattamento, offrendo ambienti idonei in diversi punti della città.

L’allattamento materno è il modo semplice e naturale per iniziare e mantenere il legame tra madre e bambino, appagando il bisogno di stare insieme e l’Organizzazione Mondiale della Sanità raccomanda di allattare al seno per tutti i primi sei mesi di vita del bambino, continuando ad allattare anche dopo l’inizio dello svezzamento fino a due anni, se mamma e bambino lo desiderano. Il bambino allattato al seno nei primi mesi richiede una grande disponibilità della madre. L’orario delle poppate non è ad intervalli regolari, è frequente, anche ogni ora o mezzora, è una cosa normalissima.

Il progetto non è stato concepito soltanto pensando alla comodità delle mamme, ma anche al fattore psicologico. “Tutti i più recenti studi dimostrano come la depressione post-parto sia in aumento – afferma Tina Maffezzoni, una delle ostetriche consulenti del progetto. Chiudersi in casa per accudire il figlio e allattarlo può portare la madre all’ isolamento e alla depressione. È fondamentale che le donne con un bambino possano uscire di casa e fare shopping come facevano prima. All’ occorrenza, entreranno nel negozio “amico” per l’ allattamento”. “Nutrire il bambino al seno è importante anche per la salute – continua Marina Valenti, l’ altra ostetrica coinvolta – aiuta a prevenire obesità e malattie cardiovascolari”.

Lo spazio amico per l’allattamento al seno è accessibile dal 14 giugno: i negozi sono facilmente individuabili dalle mamme attraverso una vetrofania che riporta il logo dell’iniziativa. L’accesso agli spazi adibiti all’allattamento saranno liberi e gratuiti negli orari d’apertura dell’esercizio. Entro la fine dell’ anno tutte le farmacie e altri negozi del centro di Cremona adegueranno i propri spazi per allestire una postazione-allattamento. In provincia, un altro comune è venuto incontro alle mamme: Casalmaggiore si è dotata da un anno delle strisce rosa, una zona-parcheggio dedicata solo alle donne incinte o con un bimbo appena nato. Tutto questo nonostante Cremona sia agli ultimi posti in Italia come natalità. “Senza bambini non c’ è futuro. Cerchiamo di mettere le donne a proprio agio e loro torneranno a fare figli”, spera l’ assessore alle Politiche sociali Maura Ruggeri.

Riferimenti:

Comune Cremona


Potrebbero interessarti anche