Durante l’allattamento aumenta l’ormone dell’amore

Quando un bebe’ viene allattato al seno il cervello della mamma subisce dei cambiamenti. In particolare, aumentano nel cervello delle mamme i livelli di ossitocina, il cosiddetto ‘ormone dell’amore’. E questo aiuterebbe le mamme a stabilire un legame ancora piu’ profondo con il proprio figlio. A sostenerlo e’ stato uno studio condotto da un gruppo di ricercatori della Warwick University e pubblicato sulla rivista Public Library of Science Computational Biology.

Secondo i ricercatori, il rilascio di livelli massicci di sostanze chimiche come l’ossitocina migliorerebbe i sentimenti di fiducia, amore e affetto della madre nei riguardi del proprio figlio. L’ossitocina, noto anche come ormone della fiducia e delle coccole, e’ prodotto naturalmente nell’ipotalamo, una parte del cervello grande quanto una mandorla che controlla la temperatura corporea, la sete, la fame, la rabbia e la stanchezza. L’ormone e’ inoltre coinvolto anche nel sesso e nell’attrazione sessuale e promuove sensazioni di fiducia, contribuendo a ridurre la paura. Per i ricercatori, l’ossitocina viene rilasciata nel sangue nel corso della produzione del latte materno, inondando il cervello durante l’allattamento. Ma fino ad ora non e’ mai stato scoperto come poche migliaia di cellule del cervello fossero in grado di rilasciare l’ossitocina e cambiare l’umore delle mamme. In genere, i neuroni rilasciano sostanze chimiche, come l’ossitocina, in dosi relativamente molto piccole.

Ma i ricercatori hanno dimostrato che quando la mamma allatta al seno il proprio bambino, i neuroni materni rilasciano l’ormone dai loro dendriti, la parte della cellula che di solito riceve, piuttosto che mandare informazioni. Questo ulteriore rilascio di ossitocina, quindi, provocherebbe un”esplosione’ di affetto tra la mamma e il figlio. Un”esplosione’ che potrebbe spiegare il perche’ dell’esistenza di un legame speciale tra la mamma che allatta il proprio figlio al seno.

Dunque non solo ossa più forti e quoziente intellettivo più alto per i piccoli allattati al seno. Se fossero in grado di parlare, e dunque di intonare un motivo, l’inno che si leverebbe dalle loro culle sarebbe probabilmente la celebre ‘I feel good’ di James Brown. E tutto ciò perché l’allattamento al seno apre i rubinetti delle cellule celebrali che secretano l’ossitocina. I risultati di questo studio, suggeriscono i ricercatori, potrebbero spiegare altre attività cerebrali finora considerati misteriose.


Potrebbero interessarti anche