Incontro con Ibu Robin Lim


“Ogni bambino che nasce porta un po’ di pace sulla terra” – questa è la salda convinzione dell’ostetrica indonesiana, vincitrice del premio Alexander Langer del 2006. Sono parole di una donna coraggiosa che ha saputo aiutare chi aveva bisogno e che porta avanti il suo messaggio di pace, non badando a chi la considera un po’ matta. E’ stata lei ad aprire un centro medico sull’isola Sumatra dopo che è stata devastata dallo tsunami nel 2004: “I superstiti dello tsunami, pur avendo una vita difficile, hanno comunque conservato la cosa piu’ importante: l’amore”, ci spiega Ibu Robin.

Per lei ogni essere umano è un regalo dal cielo, indipendentemente da nazionalità, sesso o religione. Infatti nel centro medico che lei ha creato, tutto lo staff combatte per la pace e tutti i pazienti vengono trattati in ugual modo. Per Ibu Robin ci vuole tanta forza ed energia per portare avanti un compito cosi importante, ma ciononostante non si dispera mai: “Sai, la mia famiglia mi dà tanta forza. E poi anche lo staff – l’atmosfera al lavoro è molto particolare, direi anzi spirituale”, confessa e sottolinea “e da quando mi è stato conferito il premio Alexander Langer sento una maggiore responsabilità nella mia opera ed io e tutti i miei collaboratori abbiamo oramai perso quella paura di fallire.”

Ibu Robin è madre di sette figli e nonna di una nipotina, è poetessa, pacifista e ambientalista, ma soprattutto portatrice di pace. Nel 1994 ha fondato l’associazione non profit Yayasan Bumi Sehat e ha scritto diversi libri, di cui l’ultimo edito da Urrà “Dopo la nascita del bambino”, con cui ha avuto molto successo. Abbiamo chiesto a Ibu Robin quale sarà il suo prossimo progetto dopo questa serie di successi e lei ci ha risposto: “Vorrei costruire lo stesso centro medico di Sumatra a Bali, una clinica che dovrebbe servire anche come fattoria biologica e centro per bambini handicappati”, spiega. Alla domanda, se il suo messaggio di pace ha raggiunto l’obiettivo, risponde serenamente: “Ogni volta, quando vedo una mamma con un bimbo, una donna incinta o giovani donne intraprendenti sento una grande speranza e so che ci stiamo avvicinando ad un mondo piu’ pacifico.”

Sarah Coppola-Weber


Potrebbero interessarti anche