Appuntamenti importanti: Michel Odent a Parma


Perché tutte le culture interrompono con rituali il primo legame tra la madre e il figlio appena nato? Perché fino a ora si è riconosciuto un vantaggio evolutivo nello sviluppo del potenziale umano aggressivo anziché nella capacità di amare?

Queste sono solo alcune delle domande a cui risponderà Michel Odent, autore de “L’agricoltore e il ginecologo”, a Parma dove parteciperà ad incontri e seminari sul percorso nascita, la salute primale e le competenze della madre e del neonato.

Michel Odent, ginecolo e chirurgo francese, è autore di circa 50 articoli scientifici e di 11 libri, pubblicati in 21 lingue. Egli fonda a Londra nel 1985 il Primal Health Research Centre specializzato nello studio degli effetti a lungo termine sulla salute delle modalità del parto, dei primi istanti di vita del neonato e della sua interazione con la madre. Oggi, alla sua attività di medico e ricercatore, unisce quella di insegnante in numerosi convegni e seminari in tutto il mondo. I suoi studi si concentrano sul periodo prenatale e quello subito dopo la nascita, chiamato periodo primale, in cui mamma e bambino sono strettamente legati da un “cocktail di ormoni dell’amore” quali ossitocina, prolattina ed endorfine che li portano a cercare una stretta vicinanza e contribuiscono alla formazione del legame di attaccamento, base per tutte le interazioni sociali del bambino e del futuro adulto.

Nel suo ultimo libro continua l’idea del precedente “L’agricoltore e il ginecologo” descrivendo come gli interventi nel percorso fisiologico della nascita influiscano negativamente sul naturale flusso degli ormoni e sulla stessa capacità di amare dell’essere umano, privato dell’effetto benefico delle sostanze che favoriscono il bonding, primo legame tra madre e bambino.

Per informazioni dettagliate sugli eventi in programma scrivere a futura.associazione@gmail.com


Potrebbero interessarti anche