Biberon tossici: ancora molti dubbi


Un documento del programma tossicologico degli Stati Uniti (NTP) uscito mercoledì scorso conferma la presenza di un possibile legame tra il bisfenolo e problemi di sviluppo nel cervello e nel sistema endocrino di neonati e bambini.

La conclusione del programma tossicologico americano conferma gli iniziali sospetti emersi in aprile. Il gruppo di scienziati del National Istitute of Health conclude che i rischi del bisfenolo negli esseri umani non possono essere confermati con certezza dato che i sospetti sono basati su sperimentazioni su animali.

L’American Chemistry Council, che rappresenta i produttori di plastica, sottolinea che gli studi sugli animali portano ad evidenze limitate ed inconsistenti. Il gruppo ha trascorso lo scorso anno difendendo il bisfenolo dalle accuse di tossicità della plastica per i bambini.

“Ulteriori ricerche sono necessarie per capire esattamente in che modo questi risultati possono essere correlati alla salute umana” dice il direttore del gruppo di lavoro del NTP. “Ma a questo punto non possiamo escludere la possibilità che gli effetti che stiamo vedendo negli animali non possano avvenire anche negli esseri umani.”

La Food and Drug Administration continuerà ad indagare sul bisfenolo e ha programmato un incontro in questo mese dove i suoi esperti valuteranno la tossicità della sostanza. Un ulteriore report è atteso entro quest’anno.

Il gruppo dei tossicologi ha fatto comunque marcia indietro rispetto alla prima stesura del report. In aprile appariva forte il sospetto che il componente chimico accelerasse la pubertà femminile, il report finale afferma invece che si tratta solo di un sospetto minimo. Il direttore del programma tossicologico nazionale afferma che sarebbe troppo prematuro raccomandare dei cambiamenti su quello che i consumatori acquistano e mangiano, ma aggiunge che i genitori che lo ritengono opportuno possono evitare di acquistare contenitori di cibo che contengono bisfenolo.

Alcune catene di supermercati americani, come Wal Mart Stores, hanno dichiarato di voler sospendere la vendita di biberon contenenti bisfenolo il prossimo anno. Alcune piccole aziende hanno invece deciso di aumentare la produzione di biberon di vetro e di plastica priva di bisfenolo.

Il Canada intende vietare l’uso del componente chimico nei biberon ed sta pensando di introdurre una nuova legislazione riguardante tutti i prodotti in platica destinati ai bambini.

(tratto da un articolo del New York Times del 3 settembre 2008)


Potrebbero interessarti anche