Il parto naturale rafforza il legame madre-figlio


Partorire naturalmente puo’ rafforzare il legame che si instaura tra madre e figlio. A sostenerlo e’ stato un gruppo di ricercatori del Child Study Centre della Yale University in uno studio pubblicato sulla rivista Journal of Child Psychology and Psychiatry.

I ricercatori hanno constatato che le donne sono emotivamente piu’ sensibili alle grida di bambini nati senza l’aiuto di un intervento chirurgico. Il parto cesareo, infatti, ridurrebbe la produzione di ossitocina, un ormone che aiuta a rafforzare il legame tra madre e bambino. Per arrivare a queste conclusioni i ricercatori hanno condotto uno studio su 12 mamme. Tramite l’utilizzo di scansioni cerebrali, i ricercatori hanno osservato che diverse regioni cerebrali, comprese quelle responsabili delle emozioni e dell’empatia, si ‘illuminano’ maggiormente nelle madri che hanno partorito naturalmente quando hanno ascoltato il pianto dei loro figli. ”Questi risultati sono importanti – ha spiegato James Swain, coordinatore dello studio – perche’ forniscono una migliore comprensione della neurofisiologia di base e della psicologia dell’attaccamento madre-figlio”.

I risultati dello studio, sostengono i ricercatori, potrebbero aiutare i medici ad identificare più facilmente le madri con difficoltà nell’istaurare un legame emotivo con i loro piccoli, condizione che è stata indicata più volte come potenziale fattore di rischio della depressione post partum.

Questo studio, commentano gli esperti, dimostra l’esistenza di un importante legame tra la modalità del parto e la relazione che si instaura tra madre e bambino: le donne che hanno subito un taglio cesareo dovrebbero essere incoraggiate a tenere il loro neonato pelle a pelle subito dopo la nascita e dovrebbe essere offerto loro particolare supporto per la cura del loro bambino.

Il taglio cesareo è necessario in alcune condizioni e può salvare delle vite, tuttavia l’intervento chirurgico può creare più problemi di quelli che può risolvere.


Potrebbero interessarti anche