Uova sponsorizzate e pediatri: le sanzioni dell’Antitrust


L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha condannato la Federazione Italiana Medici Pediatri (Fimp) – l’associazione cui aderisce circa il 90% dei medici pediatri convenzionati con il Servizio Sanitario Nazionale – e la Gruppo Novelli s.r.l. – che produce e commercializza prodotti alimentari da forno, uova e mangimi – al pagamento di sanzioni amministrative pecuniarie, rispettivamente di trecentomila e di centoventimila euro, per “pratica commerciale scorretta”.

“Il procedimento – fa sapere l’associazione – era stato avviato nel febbraio scorso in seguito ad una segnalazione dell’Adiconsum relativa ad un messaggio pubblicitario presente sulle confezioni delle uova ‘Ovito’, prodotte dal Gruppo Novelli. Il messaggio recitava ‘Ovito: l’unico uovo approvato dalla Federazione Italiana Medici Pediatri’ ed era proposto unitamente al logo ‘approvato dalla FIMP – Federazione Italiana Medici Pediatri’. Nella segnalazione l’Adiconsum faceva notare che tale messaggio integrava la fattispecie di pratica commerciale scorretta in quanto “idoneo a falsare in misura rilevante le scelte economiche dei consumatori” facendo leva sulla sensibilità che i genitori hanno verso l’alimentazione dei propri bambini, inducendoli di fatto a credere erroneamente che Ovito fosse l’unico uovo ad aver ottenuto ‘l’approvazione’, tra i tanti esaminati da FIMP, e che tutti gli altri fossero stati esclusi perché non meritevoli”.

“Dall’istruttoria – prosegue Adiconsum – avviata dall’Antitrust è emerso il grave comportamento scorretto principalmente della FIMP, che commercializzava il proprio marchio senza effettuare attività di analisi o di ricerca medico-scientifica sui prodotti ai quali veniva concesso il logo ‘Approvato dalla FIMP'”. E conclude: “La sanzione di 300.000 euro, comminata per aver sfruttato il credito riposto dai consumatori nei medici pediatri esclusivamente per finalità commerciali, si aggiunge a quella di 40.000 euro già irrogata per ‘aver fornito informazioni non veritiere’ all’Autorità nel corso dell’istruttoria”.

Le sanzioni sono state applicate anche ad altre aziende sponsorizzate dalla Fimp, nello specifico: Littlebit S.r.l. per avere ricevuto sponsorizzazione della “Magicannuccia”, Beirsdorf s.p.a. per i prodotti Nivea Baby per la pellle del lattante, Siport s.p.a per le calzature per bambino con marchio “Fisherprice” e “Technokid”.

Delle uova Ovito col bollino Fimp BambinoNaturale se n’era già occupato con l’articolo “I pediatri e le uova sponsorizzate.

Per maggiori informazioni:

Il sito dell’Antitrust


Potrebbero interessarti anche