Prato: sequestrati 300 giocattoli illegali provenienti dalla Cina


L’unità commerciale della polizia municipale della cittadina toscana, diretta dal responsabile del servizio nuclei speciali, è intervenuta in un negozio di casalinghi e accessori in via del Serraglio 87, quindi in pieno centro storico, di cui è titolare una cittadina cinese. Si tratta di R.Y., 38 anni, in possesso di un regolare permesso di soggiorno: la donna è stata denunciata all’autorità giudiziaria per violazione della legge italiana che deriva dalla normativa europea sulla sicurezza dei giocattoli e che prevede sanzioni penali per chi commercia quelli non conformi alla legge.

I vigili hanno trovato esposti sui banchi di vendita, 300 giocattoli a pile (modellini di elicottero, di automobili e di mezzi militari, riproduzioni di animali) e bambole, senza il marchio ‘CE’ e altri con marchio ‘CE’ non conforme, mancanti inoltre delle istruzioni in italiano, dell’indicazione dell’importatore e delle istruzioni sull’uso delle batterie. Oltre ai giocattoli gli agenti hanno trovato nel negozio altri 500 articoli, tra apparati elettrici e radioelettrici, privi della documentazione attestante la conformità elettromagnetica.

Al termine dell’operazione, la Polizia municipale ha elevato una contravvenzione di oltre 10.000 euro e eutto il materiale trovato in via del Serraglio, è stato posto sotto sequestro.


Potrebbero interessarti anche