Stop alle locandine di “Frontiers”: troppo violente

Lo ha deciso il Comitato di Controllo dell’Istituto di Autodisciplina Pubblicitaria che ha emesso un provvedimento inibitorio che ha portato l’inserzionista a rimuovere i messaggi pubblicitari ritenuti troppo violenti. A comunicarlo è il Dipartimento Junior del Movimento Difesa del Cittadino (MDC) che aveva inoltrato la segnalazione al Giurì dell’Istituto, dopo le numerose proteste da parte dei cittadini che si erano lamentati della violenza dell’immagine rappresentata nella locandina del film del regista Xavier Gens, raffigurante un ragazzo appeso per i piedi a due ganci da macellaio.

“Non si può anteporre sempre l’interesse economico alla tutela dei minori – dichiara la responsabile di MDC JUNIOR, Lucia Moreschi – . Immagini come quella rappresentata dalla locandina di “Frontiers” servono evidentemente per attirare la curiosità dei possibili telespettatori, ma ledono i diritti dei minori come ribadito dal Codice di Autodisciplina pubblicitaria, perché rappresentano atti di violenza fisica “tali che, secondo il gusto e la sensibilità dei consumatori, debbano ritenersi indecenti, volgari o ripugnanti”. “Si tratta, inoltre, – continua Moreschi – palesemente di messaggi i cui contenuti possono danneggiare psichicamente e moralmente bambini e adolescenti e che abusano della loro naturale credulità o mancanza di esperienza”.

Mdcjunior.it


Potrebbero interessarti anche