In Veneto contributi per sostenere i nidi in famiglia


Tali servizi, sperimentati sul territorio veneto da circa due anni, hanno già dimostrato validità e flessibilità nell’accoglienza dei bambini tra gli zero e i tre anni dando risposte adeguate e sicure ai genitori, ampliando e diversificando l’offerta di servizi per la prima infanzia e garantendo quindi il diritto ad accedervi e frequentarli.

Per quanto riguarda il ‘buono famiglia’, il provvedimento approvato dal governo veneto lo configura come un buono destinato a ridurre l’aggravio economico che le famiglie sostengono per i figli che frequentano questo particolare servizio e potrà essere assegnato solo se il Nido in Famiglia frequentato dal bambino è iscritto all’apposito Elenco Regionale.

Lo stanziamento regionale è assegnato all’Osservatorio regionale Nuove Generazioni e Famiglia che provvederà a individuare i servizi ai quali erogare il ‘buono-famiglia’ che sarà di 70 euro mensili pro-famiglia nel caso di un servizio part-time e di 100 euro mensili pro-famiglia nel caso di un servizio a tempo pieno.

Nella sua articolazione, il nido in famiglia è un’unità d’offerta con funzioni educative, di cura e di socializzazione rivolta a un massimo di 6 bambini di età compresa tra 0 e 3 anni. L’attività di nido in famiglia si svolge in una casa con precisi requisiti di qualità. I genitori potranno iscrivere i bambini al nido in famiglia utilizzando gli elenchi pubblicati nel sito della Regione del Veneto e annualmente aggiornati sulla base di una equa distribuzione in tutte e sette le province venete.

Il nido in famiglia ha lo scopo di promuovere i servizi destinati alla prima infanzia, contribuendo a raggiungere la copertura del 33% dell’offerta, come già definito dalla Conferenza di Lisbona della Comunità europea. Va sottolineato il sostanziale aumento avvenuto nel Veneto in questi ultimi anni del numero dei servizi territoriali per la prima infanzia che è arrivato a una copertura del 20% rispetto alla popolazione 0-3 anni, collocando la Regione Veneto prima in Italia in questo settore.

Il Veneto è una delle prime Regioni che ha integrato l’offerta di strutture tradizionali per la prima infanzia e di nidi aziendali con una rete di servizi a domicilio. Nel 2007 per il progetto pilota dei nidi in famiglia sono stati formati 300 operatori, di cui cento risultati idonei.

Approfondimenti:

www.venetosociale.it


Potrebbero interessarti anche