Latte per neonati da capre geneticamente modificate?


I ricercatori russi sono convinti che il loro lavoro possa anche portare allo sviluppo di antibiotici potenti in grado di sfruttare le proprieta’ della ‘lactoferrina’, una proteina trovata nel latte materno umano. Prima gli scienziati hanno condotto i loro esperimenti sui topolini maschi a cui sono stati impiantati dei geni umani. Ciò ha portato alla produzione di una sorprendete quantita’ di ‘lactoferrina’ nella loro prole di sesso femminile, pari a circa 160 grammi per ogni litro di latte.

In seguito, i ricercatori sono passati alla sperimentazione sulle capre con la speranza di poter ottenere una maggiore produzione della proteina del latte materno umano. Per questo scopo sono state generate 90 capre femmine da maschi geneticamente modificati, tutti allevati in una fattoria di Mosca su cui vige il piu’ stretto riserbo. Gli scienziati sono convinti che, a partire da quest’anno, quando le capre diventeranno piu’ mature sara’ possibile ottenere latte con grandi quantita’ di ‘lactoferrina’.


Potrebbero interessarti anche