Obbligatorie le etichette sui dentifrici e le tinture: occhio al fluoro!


Rossella Miracapillo, responsabile farmaci e salute del Movimento Consumatori, spiega che “con l’entrata in vigore del decreto del 2 aprile 2008 alcune tinture per capelli devono essere ritirate dal commercio perché contenenti sostanze riconosciute come cancerogene, mentre i dentifrici contenenti tra lo 0,1 e lo 0,15% di fluoruro devono riportare obbligatoriamente la seguente etichettatura: ‘Controindicato nei bambini’”.

Miracapillo denuncia come “il fluoro, che per anni è stato consigliato anche attraverso integratori alimentari per la crescita più armonica delle ossa e dei denti dei bambini, in realtà tende a rimanere nelle ossa, raggiungendo concentrazioni elevate in seguito ad un’iper-assunzione cronica.

Se da un lato il deposito osseo di fluoro aumenta la densità dello scheletro, dall’altro lo rende meno flessibile e può provocare la cosiddetta Fluorosi, caratterizzata da depositi bianchi sui denti fino a provocare danni irreversibili”.

[Per chiarirsi le idee sul problema del fluoro rinviamo al recentissimo – del Dott. De Luca – Bambini e (troppe) medicine]

“Invitiamo i consumatori a fare attenzione alle etichette – conclude la dottoressa Miracapillo – e a segnalare sul nostro sito, Movimentoconsumatori ogni anomalia si dovesse verificare sui prodotti in commercio


Potrebbero interessarti anche