Vitamine speciali riducono il rischio d’idrocefalia del bebé


Test condotti sui ratti, infatti, mostrano che una particolare combinazione di folati riduce “drammaticamente” i tassi di idrocefalo neonatale. E sembra addirittura che le sostanze agiscano anche dopo che la patologia ha iniziato a svilupparsi.

Ma il lavoro, pubblicato sul Journal of Neuropathology and Experimental Neurology, è ancora in una fase iniziale, ammoniscono i ricercatori delle università di Manchester e Lancaster (Gb). Gli studiosi sperano di ottenere il via libera e poter iniziare trial clinici nelle donne in attesa di bimbi con diagnosi di idrocefalo.

Lo stesso integratore usato dai ricercatori al momento non è sul mercato: il team sta cercando il sostegno di una casa farmaceutica che voglia realizzare le pillole. Attualmente l’idrocefalia colpisce un neonato su 1.000, costretto a subire una serie di interventi chirurgici nell’arco della vita. Inoltre, i bimbi malati sono vulnerabili a problemi mentali e fisici di varia entità.

Fonte: Adnkronos Salute, 23 marzo 2009


Potrebbero interessarti anche