Papà, occhio a come parlate!


E’ quanto risulterebbe da una ricerca condotta all’Università della North Carolina, secondo cui sarebbero i papà, più che le mamme, a determinare il corretto apprendimento linguistico da parte dei figli.

Per analizzare questo complesso fenomeno Lynne Vernon-Feagans, la ricercatrice che ha condotto lo studio, ha preso in esame 92 famiglie, monitorando quantità e qualità delle frasi dette dai genitori ai loro figli.

Ne è risultato che i bambini con padri che facevano uso di un vocabolario più variegato imparavano la lingua notevolmente meglio. Tuttavia, contrariamente a quanto ci si sarebbe aspettati, questi padri parlavano meno delle madri, a dimostrazione che a favorire l’apprendimento linguistico non sarebbe tanto la quantità di parole pronunciate, quanto il contenuto delle frasi che i bambini recepiscono dal padre.

Secondo gli studiosi, ciò non avverrebbe con le madri, tradizionalmente considerate fondamentali nell’apprendimento delle abilità linguistiche dei figli.

Fonte: Focus.it


Potrebbero interessarti anche