Simon J. Ortiz: spunti di educazione sensoriale


In questa delicata poesia ci offre uno spunto di riflessione su come presentare la natura ai bambini: attraverso i sensi. Un approccio che potremmo definire “montessoriano”…

Vado all’aperto con mio figlio

e gli indico un albero,

gli lascio toccare le foglie.

“Guarda, questa è una foglia,

è verde, ha nervature,

ha questa forma,

prendila.”

Lui tocca la foglia,

e si muove anche il ramoscello,

irruenti e tenere,

le mani grassottelle afferrano

quanto gli vado indicando.

Lo lascio camminare scalzo,

a sentire questa terra,

terra buona e ciottoli,

argilla solida,

è difficile per i semi

farvi radici:

sabbia e foglie,

rami e concime

rendono il terreno fertile.

Gli dico tutto questo.

Elena Balsamo


Potrebbero interessarti anche