Alfonso Gatto: ogni uomo è stato un bambino

Un invito a ricercare il nostro volto originale ormai dimenticato.

Ogni uomo è stato un bambino –

Pensate – un bel bambino.

Ora ha i baffi, la barba,

il naso rosso, si sgarba

per nulla… Ed era grazioso

ridente arioso

come una nube nel cielo turchino.

Ogni uomo è stato un monello –

Pensate – un libero uccello

tra alberi case colori.

Ora è solo un signore

Fra tanti signori,

e non vola,

e non sbaglia la scuola.

Sa tutto e si consola

con una vecchia parola

“IO SONO”.

Chi è ?

Ditelo voi, bambini ignari,

che camminate con un sol piede sui binari,

e scrivete “abbasso tutti

gli uomini brutti”

col gesso e col carbone

sul muro del cantone.

Ditelo voi, bambini, EGLI è…

“…un gallo chioccio che fa coccodè !”

Elena Balsamo


Potrebbero interessarti anche


  • marilena

    mi permetto di correggere: e non vola
    non BIGIA la scuola… saluti

  • marilena

    come devo fare per leggere i commenti? Non capisco. grazie

  • marilena

    come devo fare per leggere i commenti? Non capisco. grazie