Bebè a costo zero dà il benvenuto ai nuovi nati

Il Comune di Albosaggia, in provincia di Sondrio, ha deciso di accogliere i nuovi nati con una bella sorpresa: a tutti i neogenitori verrà infatti consegnato un kit che comprende un set prova di pannolini lavabili, un libretto per piccolissimi della serie Nati per Leggere, la guida al consumo critico edita da Il leone verde Bebè a costo zero, un buono sconto del 10% per acquisti in una farmacia e in un emporio per bimbi, e un libretto di risparmio, intitolato al bebè, con una cifra simbolica di 50 euro.

All’interno del kit i genitori troveranno inoltre tutti i riferimenti per contattare una consulente de La Leche League a disposizione per eventuali consulenze telefoniche e se necessario a domicilio, i riferimenti del gruppo Piccoli Passi Prematuri che opera in provincia offrendo sostegno e informazioni ai genitori di bimbi nati pretermine, e il decalogo “Per crescere il tuo bambino nel rispetto dell’ambiente”.

Il kit “Benvenuto tra noi!” rientra in un più ampio progetto di accoglienza del neonato e di sostegno alla natalità, con cui il neo assessore alle politiche femminili e all’infanzia, Elena Farina, ha inaugurato il suo ingresso nella vita amministrativa.

Elena, insegnante e mamma di due bimbe, è inoltre l’autrice della poesia con cui l’amministrazione comunale dà il benvenuto ad ogni nuovo nato: “Le mie radici son qui… forti e salde come questa terra ricca di brava gente, di gustosi sapori e di verdi colori… qui, nell’aria fresca di questo nuovo giorno, eccomi a respirare la vita”.

Nella foto l’assessore Elena Farina e il sindaco Graziano Murada presentano il kit di benvenuto destinato ai nuovi nati del Comune di Albosaggia.

Giorgia Cozza


Potrebbero interessarti anche


  • Ciro D”Antuono

    Complimenti per la bella iniziativa!

  • T. Torre

    complimenti! Un”idea da copiare, un segnale importante verso le famiglie. Importante anche il taglio ecologico dell”iniziativa.

  • Marina

    Bellissima iniziativa !
    Anche le amministrazioni delle grandi/medie città dovrebbero prendere spunto 😉 !

  • Francesca

    Davvero fortunati i bambini e i genitori di Albosaggia!!
    condivido: la cosa sarebbe da riproporre anche in altri comuni, e in tutta Italia!!
    ma come si fa? possiamo fare qualcosa noi genitori o deve partire da un progetto del comune?
    grazie!

  • Giorgia

    Ciao a tutti, volevo rispondere a Francesca: la mossa finale deve farla il Comune, però se i genitori chiedono, sollecitano, segnalano le loro esigenze presso gli amministratori ci sono più probabilità di ottenere qualcosa!
    Credo valga la pena tentare 🙂

  • Elena F.

    Giorgia ha ragione!La decisione finale è dell” Amministrazione Comunale che deve voler e poter indirizzare la sua politica in questa direzione.Perchè un” idea prenda vita da qualche parte bisognerà pur cominciare, prova! proponi qualcosa di simile..credo che tutto ciò che si faccia in questo senso sia prezioso!!Buona fortuna!