Maggior rischio cesareo se papà entra in sala parto


E c’e’ di piu’: “L’ambiente ideale per dare alla luce un bambino e’ quello totalmente privo di figure maschili che girano attorno alla partoriente. Meglio una sala silenziosa, con accanto solo una ostetrica d’esperienza”.

E’ la teoria del ginecologo francese Michael Odent, che l’ha anticipata al tabloid britannico ‘Daily Mail’ prima di esporla in occasione della conferenza annuale del Royal College of Midwives in programma a Manchester (Gb) a novembre.

Sembrerebbe che la presenza del futuro papà in sala parto possa nuocere al benessere delle donna: “Allunga e rende piu’ difficile tutta l’operazione – assicura l’esperto – e spesso ha effetti negativi a causa dell’ansia che la partoriente ‘respira’ dal suo uomo. Puo’ addirittura aumentare il pericolo di dover ricorrere al taglio cesareo. Insomma, sono 50 anni che accompagno le donne al momento di dare alla luce i loro bambini in Francia, Inghilterra e Africa. E posso dire con certezza che se e’ presente solo un’ostetrica il parto diventa piu’ facile e veloce”.

In sala parto non ci sarebbe neppure posto per medici e infermieri appartenenti al ‘sesso forte’. “In questo modo – spiega – si evita la produzione di adrenalina, che rallenta la produzione di ossitocina, ormone essenziale per la buona riuscita del parto”.

Le conseguenze della scelta di far assistere il papa’ al lieto evento non si limitano alla salute: secondo l’esperto e’ anche un modo per far calare l’attrazione sessuale nella coppia, mettendone a repentaglio l’equilibrio – e le sorti…

Fonte: Padovanews.it


Potrebbero interessarti anche