In arrivo le linee guida per le cardiopatie neonatali


Di questo si e’ parlato a Catania in occasione dell’inaugurazione dell’ottavo Congresso nazionale dell’Associazione Italiana di Aritmologia e Cardiostimolazione.

”Si tratta di un problema estremamente serio – dichiara Michele Gulizia, Presidente Aiac – Le alterazioni del ritmo sono alla base di numerosi problemi, non ultimo la morte cardiaca improvvisa, che tra i giovani, soprattutto se sportivi, non e’ un fatto cosi’ sporadico, riguardando 3 ragazzi su centomila ossia circa 200 decessi ogni anno, 150 dei quali tra i 15 e i 24 anni.

Al fine di sviluppare un comportamento diagnostico e terapeutico comune e obiettivo, eliminando ogni possibilita’ di condotta poco appropriata o addirittura pericolosa l’area di Aritmologia Pediatrica Aiac coordinata da Fabrizio Drago, cardiologo del Bambin Gesu’ di Roma ha realizzato un documento di raccomandazioni ad hoc, che costituisce il primo esempio in Italia e uno dei primi in Europa”.

”Questo lavoro – ha concluso Gulizia – molto approfondito e completo, e’ nato con lo scopo di raccomandare un comportamento equilibrato e giustificato da adottare per evitare l’uso di tecniche diagnostico-terapeutiche a rischio, nel tentativo di ridurre una mortalita’ a volte grandemente sovrastimata”.

Fonte: Asca.it


Potrebbero interessarti anche