Warning: getimagesize(): Unable to find the wrapper ".http" - did you forget to enable it when you configured PHP? in /var/www/vhosts/bambinonaturale.it/httpdocs/wp-content/themes/bambinonaturale2.0/single.php on line 87

Warning: getimagesize(.http://bambinonaturale.it/uploaded/1411.jpg): failed to open stream: No such file or directory in /var/www/vhosts/bambinonaturale.it/httpdocs/wp-content/themes/bambinonaturale2.0/single.php on line 87

Lo Zecchino d’Oro dice no ai baby-talent in tv


“Le nostre canzoni sono scritte per i bambini, negli altri show i piccoli si misurano con brani da adulti” dice a Sorrisi frate Alessandro Caspoli, direttore dell’Antoniano di Bologna e presidente della giuria dello Zecchino d’Oro, che esprime un convinto pollice verso nei confronti dei talent show del piccolo schermo, e in particolare di Ti lascio una canzone della Clerici e Io canto di Gerry Scotti.

Per i cantanti che affollano i palcoscenici di RaiUno e Canale 5, spesso davvero giovanissimi (a Io Canto possono partecipare baby talenti dai 5 ai 16 anni), meglio quindi cantare Il valzer del moscerino che Sergio Endrigo, meglio Cane e gatto che Massimo Ranieri o Eros Ramazzotti. Ovvero brani pensati per i bambini e non cantati dai bambini.

“Qua c’è il programma “dei” bambini”, là programmi “con” i bambini. Cosa può capire un ragazzino di storie di amanti, tradimenti o altro… Probabilmente non fa caso al testo, e allora la sua è una semplice (sebbene ottima) esecuzione. Ma allora sembra passare il messaggio che conta “come” dici una cosa e non “cosa” dici”.

“E lo Zecchino d’Oro è un gioco” prosegue la direttrice del Piccolo Coro dell’Antoniano Sabrina Simoni. “I nostri piccoli si esercitano 20 minuti al giorno per una settimana, poi i bambini sono in tv per cinque giorni con una canzone sola, gli altri show durano molto e ogni bimbo esegue vari brani: la voce si può anche stressare…”.

Meglio brani pensati per i bambini e non cantati dai bambini, senza spettacolarizzare personalità e storie degli interpreti, come spesso succede nei talent.

Clerici e Scotti premono troppo sul versante reality? “Dipende dagli autori dei loro show. Allo Zecchino d’Oro la Clerici sarebbe perfetta. Ma per noi la Rai spende circa 800mila euro per cinque pomeriggi, cioè, suppongo, meno che per una serata di Ti lascio una canzone. E poi provoca scherzosamente “Scotti, che mi pare faccia tanta beneficenza, non ne farebbe anche venendo gratis allo Zecchino?”.

Fonte: Virgilio.it


Potrebbero interessarti anche