I gemellini si accarezzano già nel pancione

Ecco il sorprendente risultato di una ricerca condotta dalle università di Padova, Torino e Parma, in collaborazione con l’Istituto pediatrico di Burlo Garolfo.

Dall’osservazione di feti gemelli in utero è emerso che questi, già prima della quattrodicesima settimana di gestazione (ossia prima di aver sviluppato completamente braccia e gambe) si scambierebbero carezze e movimenti delicati.

In pratica esisterebbe una forma di interazione precocissima fatta di gesti che richiamano quelli – volontari – degli adulti, tutt’altro che meccanici e casuali. Spiegano i ricercatori che questa evidenza starebbe a dimostrare che l’essere umano è programmato alla socialità, sin dai primi momenti di vita in utero.

Fonte: La Stampa


Potrebbero interessarti anche


  • Maribea

    In realtà è una cosa che si sa da tempo e che è possibile rintracciare in testi di psicologia clinica. Si sono osservati (tramite ecografia) due gemelli monocoriali biamniotici accarezzarsi, “toccandosi” attraverso la barriera dei rispettivi sacchi amniotici. Gli stessi gemelli, una volta nati e un po’ cresciuti, hanno fatto la stessa cosa nella loro stanza a casa toccandosi e carezzandosi attraverso una tenda (messa dalla mamma per garantire un po’ di spazio personale ad ognuno dei due per dividere l’unica stanza a disposizione in due parti).
    Quando lo racconto alle ammme e ai papà durante gli incontri di formazione e consulenza sono sempre stupiti ed increduli… Magari adesso ci crederanno di più, grazie ai risultati della ricerca! 😉
    Maribea

  • katia

    E’ verissimo. Le mie due bimbe (camere gestazionali diverse)lo fanno di frequente ogni volta che giocano con la tenda che hanno in cameretta. Le ho osservate più di una volta e ho visto che socchiudono gli occhi come per gustarsi la sensazione che provano sfiorandosi.

  • Maribea

    Che meraviglia la Vita! Grazie mamma Katia per le tue parole, sono una testimonianza dolcissima… Maribea 🙂

  • Fiammetta

    Grazie mille! Ottimo materiale!