Omogeneizzati non tanto sicuri. A Palermo l’ultimo caso di “mala alimentazione”

E’ dei giorni scorsi la notizia che una mamma di Palermo ha scoperto la presenza di alcune larve nell’omogeneizzato somministrato al proprio bambino.

Sul fondo di un vasetto di prosciutto di una nota marca di prodotti per lo svezzamento – Mellin – la mamma palermitana ha trovato alcuni vermi, morti forse in seguito al riscaldamento dell’omogeneizzato a bagnomaria.

Sono state immediatamente allertate le autorità competenti: i carabinieri dei Nas hanno subito aperto un’inchiesta volta all’accertamento delle responsabilità. Il vasetto in questione non risultava scaduto (data di scadenza: maggio 2013). Quindi è da appurare se l’incidente sia riconducibile a un errore di produzione o di cattiva conservazione.

La Mellin non è nuova a incidenti del genere: nel 2009 in una confezione di latte formulato, somministrato a un bambino che subito dopo aveva accusato un malore, erano state rilevate tracce di peli di ratto e di altre sostanze estranee e potenzialmente dannose.

Per leggere l’intero articolo clicca qui


Potrebbero interessarti anche


  • Cee

    Il commento della pediatra in fondo all’articolo è sconfortante.

  • Cristina

    Sono pienamente d’accordo….gli enzimi per digerire i bambini li avrebbero se i pediatri non spingessero le mamme a svezzare i piccoli prima del tempo……chissà cosa c’è dietro a certi “consigli”