Piccole donne schiave del botox

Una storia che indigna e rattrista.

Accade a Birmingham che una madre trentaquattrenne abbia un solo sogno per la sua bambina di otto anni: non che studi con profitto, non che sia una moglie e una madre felice, ma che diventi una star.

Fin qui nulla di nuovo. Ma la mamma di Britney, bimba appassionata di Lady Gaga, di moda e già amante del trucco come una signorina, si spinge oltre. Sottopone la figlia a sedute trimestrali di botulino, per assicurarle bellezza e giovinezza eterne.

E’ assolutamente convinta di quello che fa, tanto da ritenere questa sua “linea educativa” una fortuna per sua figlia, e un esempio che più madri dovrebbero seguire.

A chi le contesta la pericolosità della pratica, la madre di Britney ribatte garantendo sulla sicurezza dei prodotti – acquistati on-line dalla sua casa di Birmingham – testati personalmente su di sé.

Anche la bimba sembra essere felice dell’impostazione educativa materna: lieta di farsi iniettare botox su fronte, labbra e contorno occhi (confessa che la pratica non è indolore ma che ha imparato a non piangere più molto), Britney non ha altre aspirazioni che diventare famosa per la propria bellezza: una modella, una cantante, insomma un personaggio in primo piano.

E per questo sta prendendo anche lezioni di piano (almeno un po’ di studio!) per esibirsi anche musicalmente in uno dei tanti concorsi per bimbe/modelle che furoreggiano ormai in tutto il mondo.

Ulteriore sforzo per la carriera della sua bambina: cerette regolari per evitarle un futuro da ragazzina ipertricotica, e presto l’epilazione delle sopracciglia che verranno tatuate leggermente, così come il contorno labbra…

Oggi Britney vive con la mamma a San Francisco. Gli Stati Uniti, rispetto a Birmingham, sono di certo un più efficace trampolino di lancio.

Qui è possibile leggere l’articolo del Sun.


Potrebbero interessarti anche

3 risposte a “Piccole donne schiave del botox”

  1. Elisabetta ha detto:

    Di che ci stupiamo? E’ dura la strada alla ricerca di se stessi, alla costante osservazione e all’umiltà di criticarsi… meglio restare sul vago e sulla superficie, superficie da cui poi spiccano il volo anche i nostri figli per volare o precipitare…

  2. Sara ha detto:

    Credo che tra un po’ anche qui da noi si arriverà a questo: ora conta sempre di più l’apparire, sei qualcuno se vai in tv, se guadagni tanto, se sei “perfetta”, anche artificialmente. Però mi chiedo anche: chi è quel medico disgraziato che accetta di iniettare botox a una bambina così piccola????

  3. cristina.capriolo ha detto:

    Oltre a preoccuparmi delle aspirazioni di questa bambina!! Mi preoccupa soprattutto la sua salute sia fisica che mentale;la mamma deve essere assolutamente fermata, ma come è possibile che scuola ,agenzie sanitarie, la famiglia della bambina non intervengano per difendere questa creatura dalla pazzia di una madre!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di sicurezza * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.