La pasta all’ossido di zinco

L’uso dei pannolini usa e getta spesso causa al neonato arrossamenti e irritazioni, mentre con i pannolini lavabili o usa e getta ma in materiali naturali il problema in realtà si presenta assai raramente.
Non è comunque necessario usare una crema dopo ogni cambio di pannolino, ma solo nel caso che si presentino alterazioni della pelle.

Molte delle creme in commercio contengono essenzialmente oli minerali (derivati dal petrolio), un esempio è la Pasta di Fissan; esistono però anche degli ottimi prodotti, vedi la Crema alla calendula della Weleda, e soprattutto possiamo facilmente autoprodurre una pasta all’ossido di zinco, altresì detta pasta di Hoffmann.

La pasta di Hoffmann è un farmaco galenico riconosciuto dalla Farmacopea Ufficiale Italiana e potete trovarla in vendita in farmacia, talvolta con qualche conservante aggiunto.

La ricetta per realizzarla è molto semplice:
50% di ossido di zinco e 50% di olio.

L’ossido di zinco è facilmente reperibile in farmacia, state solo attenti che non sia granuloso e nel caso passatelo in un mortaio.

L’olio può essere olio extravergine d’oliva, di riso, di girasole o altro a vostro piacere, ma ancora meglio è se usiamo il nostro oleolito di calendula autoprodotto!

In una ciotolina aggiungiamo all’ossido di zinco l’olio mescolando continuamente, otterremo una pappetta facilmente spalmabile e da usare con grandissima parsimonia dato il suo forte effetto coprente.

Questa pasta si conserva molto a lungo ma visto che l’ossido non si scioglie ma rimane in sospensione un po’ d’olio affiorerà sempre, in questo caso basta mescolare nuovamente.

La pasta di Hoffmann è efficace per le dermatiti da pannolino e in generale per lenire arrossamenti, screpolature e irritazioni della pelle, in particolare se in ambiente umido; viene quindi anche consigliata per la prevenzione e il trattamento delle piaghe da decubito.

Elena Suppo


Potrebbero interessarti anche

8 risposte a “La pasta all’ossido di zinco”

  1. Silvietta ha detto:

    La cosa che non ho capito è il discorso dell’effeto accumulo. Bisogna evitare di dare latte fresco ai bambini? Sto smettendo di allattare e queste notizie non sono incoraggianti, mia figlia ha 18 mesi e vorrei proseguire con il latte vaccino, è meglio che prosegua con lo yogurt, ci sono gli stessi rischi? Grazie

  2. I miei figli ha detto:

    Anche x le piaghe da decubito?? Mmmmh…nn potrebbe alleviare anche le lesioni da dermatite atopica?

    • elena.suppo ha detto:

      La crema all’ossido di zinco potrà sicuramente essere utile anche in questo caso, usando come olio l’oleolito di iperico e di calendula. Non bisogna però dimenticare che la dermatite atopica è legata assai spesso a problemi alimentari, e che oltre alla crema è fondamentale usare detergenti per il corpo e detersivi per i panni delicatissimi e possibilmente privi di qualsiasi profumazione.

  3. Giulia ha detto:

    io sto andando con crema calendula weleda su culetto e talco alla calendula su pieghe inguine di <stefanino come consigliato da medico sntroposifi e mi trovo ottimamente.

  4. elena ha detto:

    Buonasera a tutte, ma in caso di scariche diarreiche quando cioè la pupù diventa acida e il sederino si infiamma cosa si usa?
    mamma di Matteo

  5. vale ha detto:

    direi che de lo lasci il più possibile senza pannolino (magari avvolto con un asciugamano la infiammazione passa in poco tempo .. C’è un ottimo prodotto anche per l’eritema da pannolino della Argital (naturalissimo come weleda!)

  6. elena.suppo ha detto:

    la pasta di hoffmann va benissimo!!! ovviamente meglio se fatta con l’oleolito di calendula.. e dopo un lavaggio delicato con farine o bicarbonato.

  7. daniela ha detto:

    Buongiorno,
    vorrei preparare la pasta all’ossido di zinco. In farmacia mi hanno proposto il tubetto di ossido di zinco di Marco Viti oppure l’ossido in polvere..quale va bene? Grazie!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di sicurezza * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.