Bambini obesi, con l’alcol fegato ko

E’ il monito dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, che di recente ha condotto – e pubblicato su “Alcohol and Alcoholism” – uno studio sull’abuso di alcol in età giovanile associato a obesità e problemi metabolici.

Dalla ricerca è risultato che nei giovani – bambini e ragazzi – in grave sovrappeso o con pregressi disturbi tipici della sindrome metabolica l’abuso di alcol è devastante per il fegato.

E’ ormai piuttosto noto e diffuso il fenomeno del binge drinking, ossia l’abitudine di bere grosse quantità di alcol in breve tempo per raggiungere in breve l’effetto desiderato.

Sempre più giovani – 42% dei maschi minorenni e 21% delle femmine minorenni, 18% dei minori di 16 anni – abusano di bevande alcoliche, mettendo in serio pericolo il proprio fegato se, a tale pessima abitudine, si associano obesità e sindrome metabolica.

E le probabilità sono tutt’altro che remote, contando che in Italia un bambino su tre è in grave sovrappeso.

Lo studio denuncia che i danni a carico del fegato sono devastanti: sindrome da fegato grasso, patologie croniche e degenerative – quali steatosi, fibrosi, infiammazioni – che compaiono in età adolescenziale e si traducono in una popolazione adulta seriamente malata con bisogno di cure mediche specifiche.

E’ quindi prioritario e imprescindibile che i pediatri intervengano in prima persona per contrastare questa epidemia di fegato grasso e di alcolismo tra i nostri giovani.

Per approfondire vai all’ articolo originale.


Potrebbero interessarti anche