Detersivi naturali, ecco come autoprodurli

Il mercato dei detersivi per la casa è molto ricco, fin troppo; per pulire in modo sano ed economico innanzitutto è meglio evitare di comprare tanti prodotti spesso inutilmente spacciati per diversi usi.

Avendo cura di scegliere saponi e/o detersivi con tensioattivi che siano eco-bio si possono usare questi stessi come base per altre utili produzioni:

Saponata
Sciogliendo 100-200 grammi di sapone ( scegliete un sapone 100% vegetale che vi assicura non vi venga un blob!) in un litro di acqua distillata otteniamo la saponata.

Abbiamo così un detergente multiuso adatto per tutte le superfici più delicate: si possono lavare i pavimenti e i mobili in legno anche naturale non verniciato, il marmo ecc.

Bisogna però tener conto che ha una durata limitata dato che non contiene conservanti. Possiamo anche usarla al posto del detersivo nelle ricette qui di seguito.

Detersivo per i vetri:
– 50 ml di alcool buongusto per liquori
– 450 ml di acqua distillata
– 8-10 gocce di detersivo per piatti o 50 ml di aceto
– 5 o più gocce di olio essenziale a scelta, perfetto il limone

Miscelare e inserire in uno spruzzino, ovviamente potete riciclare quello che usavate.

Crema tipo Cif
un ottimo detergente universale per pulire o lucidare, in particolare adatto all’acciaio:
– Detersivo per piatti
– Bicarbonato o argilla bianca
– Qualche goccia di olio essenziale a scelta

Mescolare fino alla consistenza desiderata.

Crema per le fughe delle piastrelle:
– Soda solvay e/o percarbonato
– Acqua tiepida

Miscelare e lasciare agire anche per tutta la notte.

Elena Suppo


Potrebbero interessarti anche