L’immagine del bambino va difesa

Il Ministero della Solidarietà e della Coesione Sociale ha annunciato oggi che a gennaio sarà pubblicata una carta ufficiale sull’utilizzo delle immagini dei bambini nei media, finalizzata in particolare a combattere il fenomeno dell’”iper-sessualizzazione” delle bambine.

Secondo quanto specificato nel comunicato stampa, oggi il ministro Roselyne Bachelot ha insediato un gruppo di lavoro per l’elaborazione di una carta relativa alla protezione dei bambini nei media, ponendo particolare attenzione al fenomeno dell’iper-sessualizzazione”. A capo del gruppo Jacques Hintzy, presidente di Unicef Francia.

Questa carta, prevista per “metà gennaio”, “permetterà” – precisa il testo – “di stabilire principi volti a impedire, nei media, la promozione di trasmissioni, prodotti o servizi che incoraggino l’iper-sessualizzazione delle bambine”.

Il Ministero ha inoltre affidato alla senatrice UMP Chantal Jouanno, ex ministro dello Sport, un incarico riguardante i “dispositivi di osservazione e di regolamentazione dei media relativamente al fenomeno dell’iper-sessualizzazione dei bambini”, come nelle pubblicità in cui i bambini adottano atteggiamenti o comportamenti tipici degli adulti. Si indica inoltre che “dovranno essere  formulate raccomandazioni volte a sensibilizzare maggiormente i genitori e la comunità incaricata dell’educazione dei bambini”

Traduzione dal francese di Laura Tenorini
tratto da www.lefigaro.fr


Potrebbero interessarti anche


  • Buogiorno, giusto un mese fa mi sono laureata con una tesi su questo argomento, è stato molto interessante e mi piacerebbe diffonderla per utilità, come potrei fare?