Latte materno e libri per bambini

Raccontare l’allattamento, con le parole e con le immagini, nei libretti dedicati ai più piccini è un passo importante per costruire una cultura amica dell’allattamento.

Prima dell’avvento della formula artificiale incontrare una mamma che allattava al seno il suo piccino era assolutamente normale.

Negli anni settanta-ottanta con l’affermarsi della cultura del biberon, molte madri non sono riuscite a nutrire al seno o hanno allattato solo per pochi mesi, e abbiamo perso la consuetudine con questo gesto naturale.

L’abbiamo persa a tal punto che le madri di oggi rischiano di ricevere commenti antipatici perchè stanno allattando o, addirittura, di essere invitate ad allontanarsi dal locale pubblico e/o dal negozio dove si trovano con il loro piccino!

La settimana scorsa, un speaker radiofonico della BBC, ha avuto la cattiva idea di paragonare l’allattamento in pubblico ad un rapporto sessuale al ristorante.

Immediate le reazioni e le conseguenti scuse, ma il fatto rimane ed è il segnale che c’è ancora molto da fare perchè l’allattamento torni ad essere la nostra normalità.

Ecco uno dei motivi per cui crediamo sia importante parlare di allattamento nei libri per i più piccini. Perchè i bambini e le bambine a cui mamma e papà leggono questi libri diventeranno i papà e le mamme di domani. Perchè per tornare ad essere la normalità, l’allattamento deve recuperare uno spazio nel vissuto quotidiano di tutti noi, vissuto di cui i libri fanno parte.

Ma l’esperienza dell’allattamento normalmente non trova spazio nei libri illustrati per l’infanzia, dove è più probabile incontrare bimbi e cuccioli nutriti con il biberon anziché mamme che allattano al seno.

Ed ecco perchè vi segnaliamo le Storie di Alice, quattro volumi illustrati per bambini da 0 a 6 anni, che fanno parte della collana Il Giardino dei Cedri.

Elemento distintivo di questi libretti, l’approccio molto empatico e accogliente verso i più piccini e verso i loro bisogni. Nei libri di Alice viene dato ampio spazio alle coccole, all’ascolto, al contatto e… al latte di mamma.

latte maternoNel volume Alice e il fratellino nel pancione, la piccola Alice racconta l’allattamento al fratellino che non è ancora nato:

Quando nascerai” spiega Alice al fratellino, “la mamma ti prenderà subito in braccio, così tu ritroverai il battito del suo cuore, il suo profumo e la sua voce, e ti sentirai al sicuro.

Poi succhierai al seno e scoprirai com’è buono il latte della mamma! Anche io ho ciucciato a lungo quel lattino e ti assicuro che ti piacerà, come mille baci, mille carezze e mille sorrisi della mamma”.

E oltre alle parole, sono le immagini che nei libri di Alice raccontano l’allattamento ai più piccini.

latte maternoIn Alice sorella maggiore, la mamma allatta il fratellino, mentre Alice le fa compagnia allattando il suo cangurino.

Se la poppata dura tanto, la mamma legge per Alice i suoi libri preferiti o le racconta una storia lunga lunga. A volte, la mamma e Alice sfogliano insieme l’album con le fotografie di quando Alice era piccina e ciucciava il latte come il fratellino.

Parole e immagini, dunque, che raccontano l’allattamento, che lo mostrano e lo propongono come la normalità, per dare voce all’esperienza quotidiana di tanti bambini che sono stati allattati o lo sono tuttora, e di tanti bambini che vivono l’allattamento di fratellini e sorelline minori.


Potrebbero interessarti anche


  • silvia

    mia figlia ha un libro illustrato in cui c’e’ una storia della bambina protagonista, Camilla, che va dal pediatra. In sala d’aspetto c’e’ una mamma con un neonato, e dalla borsa spunta fuori un biberon. Sarebbe stato meglio disegnare la mamma col neonato attaccato al seno, se si voleva far capire che il bimbo era piccolo. Scrivero’ all’editore e al disegnatore della storia.