La lettura ai bambini aiuta il loro sviluppo

Leggere ad alta voce non si usa quasi più.

Ed è un peccato, perché – sebbene ne avessimo già la netta percezione – studi scientifici confermano che la lettura ai bambini li aiuta a crescere meglio.

Già a partire dai sei mesi è ottima abitudine trascorrere anche solo pochi minuti in compagnia del bebè…e di un buon libro.

L’ascolto migliorerebbe le facoltà cognitive del bambino, aiutandolo inoltre a sviluppare prima e con maggior successo il linguaggio, e – più in là – a risultare più brillante nella lettura e nella scrittura (con migliori risultati a livello scolastico).

Ma altrettanto importante è il beneficio che la lettura ad alta voce reca alla relazione mamma/bambino.

Per questo – come sottolineano gli esperti della FIMP (Federazione Italiana Medici Pediatri) – sarebbe auspicabile dedicare del tempo insieme leggendo libri ai nostri figli, specie in situazioni di disagio emotivo o sociale.

Già convinti dei risvolti positivi sullo sviluppo della lettura ad alta voce, oltre ad aver realizzato due anni fa una collana dedicata proprio ai piccoli da 0 a 6 anni – Il Giardino dei Cedri – stiamo per lanciare un titolo interamente dedicato a questa pratica.

Me lo leggi?, di Giorgia Cozza sarà a giorni disponibile on-line sul nostro sito, da gennaio anche in libreria.

Qui puoi leggere l’intero articolo.


Potrebbero interessarti anche