Mamme al lavoro aiutano altre mamme…al lavoro

Care Amiche,
oggi con orgoglio voglio raccontarvi la storia della seconda vita della mia azienda.

NaturalMamma è nata per assecondare il mio desiderio di lavorare accanto a mio figlio.

In pochi anni, da progetto folle, è diventata una azienda vera.

Le mie più strette collaboratrici sono tutte mamme che lavorano con i bimbi e mi sembrava già di aver impostato una realtà speciale.

Ma mi restava il grande cruccio di avere una produzione prevalentemente estera o comunque (per la linea Made in Italy) assolutamente industriale.

Da tempo coltivavo il sogno di poter dare a NaturalMamma una impostazione sociale, e l’anno scorso questo sogno ha iniziato a prendere corpo.

Questo grazie all’incontro con due donne speciali.

La prima è Serena Scabrogna, mamma appassionata di pannolini lavabili, che da cliente è diventata velocemente mia amica, grazie alla sua incredibile empatia e capacità di ascolto.

Una sera dello scorso anno, chattando su skype, le dissi che avrei voluto affidare la produzione dei prodotti di babywearing ad una cooperativa sociale che impiegasse solo mamme, preferibilmente a casa.

E così Serena mi dice: “Ma ti aiuto io!!! Ti presento Martina!!”

Ed ecco la donna speciale numero due: Martina Franchini: 24 anni, studentessa universitaria, operatrice nel sociale e co-fondatrice di una casa di accoglienza per mamme in situazioni di disagio.

Martina proviene da una famiglia che storicamente lavora nel tessile, ha uno spiccato senso artistico e capacità organizzative che farebbero impallidire manager di lunga esperienza.

Le racconto il mio sogno, che si combina incredibilmente col suo.

Martina allora fa nascere la “Cooperativa Sociale Lo Spino”, che impiega mamme in situazioni di bisogno, facendole lavorare a domicilio mentre accudiscono i loro figli, e immediatamente tutta la produzione di accessori di babywearing NaturalMamma viene appaltata a loro.

Nasce così la linea Made In Mamma by NaturalMamma.

Per retribuire equamente la manodopera e restare in un range di prezzo che renda i prodotti accessibili a tutte le tasche, Martina e io scegliamo le stoffe di qualità ma di fine serie di varie aziende di tessitura.

Martina supervisiona la produzione, in modo che la qualità sia sempre adeguata…. e poi aggiunge il suo tocco artistico, decorando personalmente e a mano tutti i sacchetti porta fascia.

Così ogni pezzo è un esemplare unico.

E soprattutto, ogni prodotto ha contribuito a sostenere una mamma che lavora da casa.

Luisa Maria Orsi


Potrebbero interessarti anche


  • Ivana

    sarebbe meraviglioso per me primo x avere un lavoretto che mi consenta un introito visto che al momento incinta del secondo figlio ho il marito senza lavoro e poi mi permetterebbe di dedicarmi ad una cosa bella utile e soprattutto senza lasciare i miei cuccioli 🙁

  • laura

    fantastico io cerco qualcosa da fare fino a quando sono in maternita perche lo stipendio è pessimo e magari potrebbe essere un ottimo impiego per il futuro per poter dedicare piu tempo alle mie piccole a me piacerebbe creare dei laboratori per bambini che da noi mancano assolutamente ma non so da dove cominciare mi piacerebbe fare un sacco di cose con i piccoli ma l’aspetto organizzativo mi spaventa molto