Togliere il pannolino di notte: portarlo di peso in bagno?

Come abbiamo già detto in un articolo precedente , la continenza notturna non si può insegnare ed è un percorso che non va di pari passo con il controllo sfinterico diurno.

Bagnare il pannolino di notte è una faccenda a parte e se succede fino ai 5-6 anni è una cosa normalissima.

Bisogna quindi avere pazienza ed aspettare che il bambino trascorra qualche notte asciutta prima di toglierlo.

Anche limitando le bibite la sera non aiuteremo il nostro bambino: dobbiamo saziare la sete sempre, tanto meglio se con l’acqua del rubinetto.

Un altro comportamento molto diffuso è quello di svegliare il bambino e portarlo semi addormentato in bagno a metà della notte. Forse qualcuno si metterà il cuore in pace sapendo che questo comportamento non è utile né funzionale, né al bambino né al genitore.

Questa abitudine con il passare del tempo potrebbe impedire l’instaurarsi della connessione tra sensazione di riempimento e risveglio ed essere quindi controproducente. Mai più notti interrotte per portare il bambino di peso sul wc, meglio invece aspettare i suoi ritmi fisiologici e di maturazione.

Per saperne di più consulta il libro Via il pannolino!

Elena Dal Prà


Potrebbero interessarti anche


  • glores

    urca allora ho dato un consiglio sbagliato ad una mamma… fff ora mi sento in colpa!

  • Sabrina

    Quante informazioni rassicuranti!!! Grazie! Ho un bimbo di 33 mesi spannolinato senza fatica di giorno, ma con il panno di pomeriggio (anche se a volte lo dimentico e non sempre si bagna), e fisso la notte. Questo “termine” ai 5-6 anni mi scaccia quella flebile ansia che già avevo al pensiero di come gestire appunto la notte. Ancora una volta il mio “metodo” preferito: la naturalità e i tempi del bambino, senza tecniche nè forzature. Grazie ancora!

  • cara Glores, non è che sia “sbagliato” in assoluto, certo è meglio evitarlo, poichè si è visto che i bimbi enuretici non ne traggono vantaggio, anzi. Per i bimbi che non sono enuretici (per esempio i bimbi di 4 anni non possono ancora essere definiti tali), trovo personalmente che alzarli di peso non sia un comportamento corretto, se non altro perchè non ci si può sostituire al bambino nella percezione dello stimolo e, in fondo, in una cosa così intima e delicata. Questo perchè non suoni come un’accusa nei confronti dei genitori che hanno scelto di intraprendere questa strada…

  • valentina

    si, portarli di peso sul wc e fagli fare pipì (il più delle volte senza che nemmeno si sveglino) non sarebbe corretto… Mentre al contrario, alzarli di peso un’ora dopo e svegliarli – per forza! – per lavarli e cambiarli perché stanno dormendo in un freddo lago di urina, questo è corretto? …Seconmdo me è facile, dettare ricette, quando i propri figli hanno mai avuto questo problema solo in sporadici casi. Chi ha bambini che bagnano il letto (e se stessi: hai idea del freddo che vanno a patire in inverno?) OGNI NOTTE invece ha solo due alternative: continuare a mettergli il pannolino fino anche a 7-8 anni (con tutto quel che comporta: insicurezza personale, sentirsi inferiori agli amichetti, vergognarasi, temere che i compagni lo vengano a sapere ecc.) oppure prenderli in braccio e fargli fare pipì a metà notte, prima che la facciano addosso. Con tutto il rispetto, eh! 🙂

  • cara Valentina, le più recenti linee guida sull’enuresi dicono proprio che questo comportamento andrebbe evitato. Certo capisco benissimo il disagio per i genitori e per il bambino, ma a questo punto il problema va affrontato , soprattutto se provoca disagio e vergogna nel bambino. Se il suo bambino non ha mai raggiunto il controllo della pipì notturno a 7-8 si chiama enuresi primaria ed è un disturbo molto più comune di quanto non si creda, risolvibilissimo con qualche accorgimento e/o trattamento pediatrico. Il problema va afforontato però, non scavalcato portandolo di peso in bagno, comportamento che a lungo andare può far peggiorare le cose. Quindi, senza allarmismi e con tutto il rispetto per genitori e bambino, le consiglierei di rivolgersi ad un bravo pediatra. Senza timori e vergogna ne parli serenamente con lo specialista e vedrà che saprà sicuramente aiutarvi. Un caro saluto

  • Valentina

    Grazie Elena, ma non ce nè bisogno, il mio a 7 anni ha smesso. Così, di punto in bianco. Ora ha 11, e non è più successo. Perciò credo di aver agito bene, portandolo a fare p.p. a metà notte quando aveva questo disturbo. Se fosse andato avanti, certamente mi sarei rivolta al pediatra ma prima di dare dei farmaci c avrei pensato non 2 ma 200 volte

  • Non sempre l’enuresi si risolve con un farmaco, anzi, ogni caso è comunque a sè e va valutato personalmente. Sono contenta che il problema sia risolto 🙂

  • mimmi

    Buonasera Elena,
    sto cercando di levare il pannolo notturno a mia figlia di 4 anni (e il fratellino di 3 la segue a ruota). 3 notti di fila e 3 notti il letto bagnato. Ero tentata anch’io, sentendo altre mamme, di sollevarli durante la notte per posarli sul WC, ma leggendo quanto da lei indicato, sto cambiando idea.. Cosa mi consiglia? Poi ho un’altra domanda (solo per mia curiosità), prima di trovare il suo articolo mi sono imbattuta in diversi siti che parlano di EC (elimination communication) (spannolinamento, anche parziale, già a partire dai primi mesi di vita) e mi hanno lasciata basita… Lei cosa ne pensa? Non è possibile, con buonsenso, “mischiare” le due tecniche? Grazie per l’attenzione e buona serata!
    Mimmi

  • glores

    Mimmi posso risponderle anche io che è possibile: l’esperienza con mio figlio, ec e pannolini lavabili, a 9 mesi sul vasino e a 20 mesi tolto il panno di giorno e di notte… 🙂

  • Certo Mimmi, sono favorevole all’EC tanto che un intero capitolo del libro Via il pannolino parla proprio di questo… 😉

  • Daniela

    Ho una bimba di 4 anni, a cui ho tolto il pannolino di giorno a 2 senza problemi.
    E ho lasciato di notte il pannolino a mutandina di notte, perchè la sera beve molto e ha un sonno pesantino e non si sveglia per la pipì la notte. ma da qualche mese non vuole più il pannolino di notte perchè dice le che pizzica il culetto. Ero contenta che me lo avesse chiesto e l’ho accontentata! ma bagna il letto praticamente ogni notte anche se una/due vole la portiamo di peso a fare la pipi. Io non la colpevolizzo, ma non so come risolvere… continuare così o tornare al pannolino? 🙂 Grazie

  • Cara Daniela, bagnare il letto a 4 anni è normalissimo, ma non c’è molto da fare per risolvere la seccatura di alzarsi col letto del bimbo bagnato. Se non è troppo una scocciatura per voi, io la lascerei senza pannolino. Se vuoi aiutarla a stare asciutta però potresti vedere se beve abbastanza durante il giorno (dovrebbe bere un litro/ un litro e mezzo alla sua età, ma dipende anche da qual è la sua attività fisica e la temperatura esterna) e dovrebbe fare la pipì quando ne sente il bisogno. Poi potresti “imbottire” doppiamente il letto, in modo che se lo bagna, tu devi solo spostare lo strato bagnato e lei può dormire all’asciutto. Tieni un pigiamino di ricambio accanto al letto e un vasino. Insegnale a fare la pipì di notte illuminando magari con un percorso irridescente la strada per il water o il vasino..

  • cathy

    la mia ha quasi 2 anni. Le ho tolto il pannolino anche di notte, ed ho comprato le lenzuola della *** che metto sopra il lenzuolo suo. sono comodissimi. se capita che bagni il letto, bisogna solo buttarlo e cambiare la pupa.

  • perché, nel rispondere a daniela, dice: ” Se non è troppo una scocciatura per voi, io la lascerei senza pannolino.” ?
    mi chiedo, se l’età non è da preoccuparsi, se portarlo al bagno nel sonno, non serve, am questo punto non è meglio il pannolino, e tutti dormirono felici e contenti?
    o, come a volte temo con mio figlio, c’è in ogni caso anche una componente “pigrizia”, e se il bambino sa di avere il pannolino, magari si adagia su questa cosa??
    grazie della risposta!
    vanessa

  • Cara Vanessa, consigliavo di lasciarla senza pannolino , perchè Daniela dice che la sua bimba non lo vuole, semplicemente per questo. Credo anch’io che se il bimbo non è pronto per stare asciutto di notte, il pannolino faccia star meglio tutti quanti… si attenderanno pazientemente tempi migliori, che di solito arrivano sempre. A volte è anche vero che il bambino pur essendo pronto, sia pigro. In questi casi, se ne avete il sospetto, proverei a fare una prova per qualche giorno senza pannolino per sondare se sia proprio pigrizia. Se in effetti bagna il letto con regolarità, credo che non sia pronto e il pannolino può essere la soluzione. Bisogna sempre spiegare al bambino perchè lo si rimette, e fare molta attenzione a non mortificarlo nei suoi slanci di indipendenza.

  • grazie mille, ma la confusione regna sovrana. io ho provato qualche volta a toglierlo, senza grandi risultati, invece poi, quando meno te l’aspetti, ci sono periodi, anche di una decina di giorni, asciutti e felici. ultimamente gli dissi che quando voleva, quando si sentiva, poteva dirmelo e non glielo avrei messo, ebbene uno due giorni dopo disse che non lo voleva, ma era una sera tarda, era stanchissimo, lo accontentai per non scoraggiarlo, ma, ovviamente si bagnò abbondantemente e più volte, da allora non me l’ha richiesto. Ho anche insistito un po’ in tutte le maniere, che non deve farla da sveglio, perché spesso ho avuto la netta sensazione che la faceva più o meno al momento del risveglio, lui allora i giorni dopo ci teneva a precisare che l’aveva fatta nel sonno, non so se è sempre così (spesso credo di no), ma non posso mettermi a mettere pure in dubbio quel che dice. dici di spiegare perché si toglie e si rimette, tu pensi che sia una pratica percorribile? Toglierlo e metterlo, non è che genera ancora più confusione? Ne abbiamo parlato spesso, e, giacché ho detto io a lui che quando per tani giorni si sveglierà asciutto non lo metterà più, ora spesso dice lui a me “quando cresco grande non mi metto il pannolino”. Io spesso ho la sensazione di aver semplicemente sbagliato qualcosina, aver creato un gap, il momento che tolsi il pannolino, e che ora mi porto dietro quest’errore. …forse mi sto fissando, ma una mia conoscente di 17 anni, ha ancora questo problema.
    grazie ancora

  • Valentina V.

    Ho un bimbo di 3 anni fatti a luglio.Già l’anno scorso aveva imparato ad avvisare x andare in bagno di giorno e così con il caldo ho approfittato di togliere il pannolino durante il riposo del pomeriggio (a volte di 4 ore).Nel giro di un paio di giorni era tutto a posto. Ho provato di notte,ma dopo quasi 10 giorni le volte in cui non fa pipì sono proprio rare! Devo rimetterglielo? Questa notte ho dovuto cambiare lenzuola e pupo all’1:30 e al mattino era di nuovo bagnato!

  • Per Valentina: il tuo bimbo ha solo tre anni, io gli rimetterei il pannolino di notte, è ancora piccolino. Lo toglierai se rimane di nuovo asciutto. Ripeto che si parla di enuresi primaria dopo i 6 anni. Vanessa invece non indichi l’età del tuo bimbo e non riesco a darti un consiglio pertinente.

  • vanessa

    ciao,
    solo adesso vedo il tuo commento…nel frattempo mio figlio è ora un bambino di 5 anni e mezzo. è accaduto che ha cominciato a migliorare, poi, nonostante un cambio di città, mi è sembrato pronto, non si bagnava più (o molto di rado), e dal 7 aprile scorso abbiamo fatto il grande passo. armati di traversine, abbiamo tolto il pannolino!
    a poco più di un mese non so che dire, si è bagnato in tutto 5 volte (senza contare 2 che era solo un pochino bagnato, della serie mi è uscita un pochino ma mi sono poi riuscito a trattenere), …ma di queste 5 le ultime 2 sono ieri e l’altro ieri, ovvero 2 giorni di seguito, che un po’ mi sconfortano! non sarà che ormai, questo bambino, ha un punto debole e magari, sulla stanchezza o su fattori emotivi sfoga così? io non so più che pensare. a varie amiche è successo che il figlio abbia “tardato”, ma tutte, man mano, con semplicità hanno risolto da sè, così, è passato e basta. ….qui mi pare che la faccenda sia più complessa.
    altro dubbio: non è che intorno a questa cosa abbiamo creato troppo rumore? nel senso che quando si svegliava asciutto gli facevamo i complimenti, e facciamo un calendario con sole o nuvola…a seconda.
    il mio dubbio ora è che tutta quest’attenzione al tema lo abbia potuto ingrandire, oppure che quando ritiene magari lo fa un po’ apposta per attirare l’attenzione, visto che magari ha capito che è un “argomento sensibile”.
    …grazie!
    vanessa

  • Ciao Vanessa, tranquilla… per parlare davvero di enuresi bisogna attendere i 6 anni, prima certo può arrecare disagio o preoccupazione, ma più di tanto non si può fare. L’enuresi primaria, il disturbo per cui il bimbo non è mai stato asciutto di notte, non ha comunque cause psicologiche ma solo fisiologiche. Alcuni credono poi che effettivamente non sia proficuo premiare le notti asciutte quanto piuttosto premiare i comportamenti corretti. Essi sono in breve:
    – prima di procedere con terapie vedere se il bambino beve abbastanza
    – dai 4 agli 8 anni sia maschietti che femminucce dovrebbero bere da 1 litro a 1,4 litri di bevande al giorno (circa – dipende da temperatura e attività fisica)
    – evitare bevande con caffeina ed alimenti molto salati
    – usare regolarmente il bagno per la pipì dalle 4 alle 7 volte al giorno, assicurarsi che il bimbo svuoti bene la vescica (che faccia tutta la pipì)
    -non svegliare il bambino e alzarlo di peso, piuttosto puntare la sveglia in modo che il bambino stesso si svegli e vada in bagno da solo
    – tenere un calendario
    – non punire
    ciao, facci sapere! se proprio proprio il tuo bambino è a disagio consulta un buon pediatra, ti saprà dare il consiglio più giusto visitando personalmente il tuo bambino (cosa che non si può fare on line!)

  • vanessa

    ok grazie. Comunque l’abbiamo tolto per ora (e spero definitivamente!) la media è buona, ma non assoluta, insomma, capita anche che si bagna. A me sembra come se ormai, anche se partiamo da un fatto fisico e non psicologico, poi alla fine si ripercuota lì, perché per esempio ultimamente per ben tre giorni di seguito si è bagnato, ed era in una fase un po’ particolare in quella settimana.
    ….bhè, per ora facciamo passare un po’ di tempo e stiamo a vedere, anche se …magra consolazione sapere che fino a 6 anni non è enuresi ….visto che ne abbiamo 5 e 1/2..
    incrociamo le dita.
    vi farò sapere
    a presto
    vanessa

  • RITANTONELLA

    ciao,sono RITANTONELLA, MIO FIGLIO DI 5 1/2 FA LA PIPI LA NOTTE,GLI HO TENUTO IL PANNOLINO FINO A 3 MESI FA,MA LUI NN LO VOLEVA PIU SI VERGONAVA,MA HA IL SONO PESANTE E NON SENTE LA DIURESI NOTTURNA,FINO A CHE ORA LA SERA LO DEVO FARE BERE PER EVITARE LE BAGNATE NOTTURNE ORA SIAMO IN ESTATE ,MA IN IVERNO COME FACCIO ,VORREI UN CONSIGLIO

  • RITANTONELLA

    ARTICOLO E FANTASTICO MA NN SO SE FACCIO BENE A AD ALZALO DI NOTTR