Il latte materno nei libri per bambini

Al seno della mamma ogni bimbo trova il nutrimento che gli garantisce una crescita e uno sviluppo adeguati e tanti benefici di salute nell’immediato e a lungo termine. Benefici di salute fisica, ma anche emotiva.

Allattare un tempo, fino alla metà del secolo scorso, era la norma. Non servivano studi scientifici per confermare l’importanza di questa pratica di salute e non c’era bisogno di leggere manuali per capire come gestire le poppate.

Negli anni settanta-ottanta con l’affermarsi della cultura del biberon, suggerimenti scorretti (come quello di allattare il bimbo ogni tre ore e solo un tot di volte al giorno) e la convinzione che la formula artificiale fosse altrettanto buona, se non meglio del latte materno, hanno fatto sì che, per la prima volta nella storia, molte madri non siano riuscite a nutrire al seno o abbiano allattato solo per un brevissimo periodo.
In pochi decenni si è creato un “vuoto”, un’interruzione nella trasmissione di sapere, di cui ancora paghiamo le conseguenze. Persa la consuetudine con questo gesto naturale, le mamme di oggi non sempre possono contare su informazioni corrette e sostegno per allattare i loro piccini.

E troppo spesso ricevono commenti antipatici e consigli non richiesti se allattano “spesso” (“Lo attacchi ancora? Ma ha appena poppato!” “Se vuole ancora poppare, vuol dire che non hai latte!”) o se allattano un bimbo grandicello (“Lo allatti ancora? Ma adesso è solo un vizio” e “Il latte ormai è acqua”!).

Ecco uno dei motivi per cui crediamo sia importante parlare di allattamento nei libri per i più piccini. Perchè i bambini e le bambine a cui mamma e papà leggono questi libri diventeranno i papà e le mamme di domani. Perchè per tornare ad essere la normalità, l’allattamento deve recuperare uno spazio nel vissuto quotidiano di tutti noi, vissuto di cui i libri fanno parte.

Ed ecco perchè vi segnaliamo le Storie di Alice, sei volumi illustrati per bambini da 0 a 6 anni, che fanno parte della collana Il Giardino dei Cedri.
Nei libri di Alice viene dato ampio spazio alle coccole, all’ascolto, al contatto e… al latte di mamma! Questo è il primo “caso editoriale” in Italia che “racconta” con parole e immagini, le poppate al seno.
L’esperienza dell’allattamento normalmente non trova spazio nei libri illustrati per l’infanzia, dove è più probabile incontrare bimbi e cuccioli nutriti con il biberon.

Nel volume Alice e il fratellino nel pancione, la piccola Alice racconta l’allattamento al fratellino che non è ancora nato. In Alice sorella maggiore, la mamma allatta il fratellino, mentre Alice le fa compagnia allattando il suo cangurino. A volte, la mamma e Alice sfogliano insieme l’album con le fotografie di quando Alice era piccina e ciucciava il latte come il fratellino.

In Alice Ti voglio bene mamma! Alice ricorda il conforto del latte di mamma (“La mamma profuma di latte dolce, abbracci morbidi e mille baci”).

Parole e immagini in questi sei piccoli libri raccontano l’allattamento, lo mostrano e lo propongono come la normalità, per dare voce all’esperienza quotidiana di tanti bambini che sono stati allattati o lo sono tuttora, e di tanti bambini che vivono l’allattamento di fratellini e sorelline minori.

E perchè le mamme di domani che vorranno allattare non debbano più affrontare dubbi e difficoltà (spesso causate o amplificate da consigli sbagliati), ma possano farlo con serenità e con il sostegno di quanti le circondano.

Giorgia Cozza


Potrebbero interessarti anche