Bambini, handicap e scuola in Francia

Un notizia che ci piacerebbe leggere a proposito delle scuole italiane, ma che anche questa volta sottolinea un esempio virtuoso che viene dall’estero.

Più precisamente dai nostri cugini d’oltralpe, che con la ripresa dell’anno scolastico dimostrano una maggior sensibilità verso il problema della disabilità nelle scuole.

A fronte della crescente richiesta di supporto agli alunni portatori di handicap, il ministero dell’istruzione francese ha disposto l’assunzione di 1.500 nuovi assistenti sociali per prendersi cura dei bambini speciali.

A ciò si aggiunge l’istutuzione di una nuova figura professionale: l’assistent de scolarisation, per il sostegno ai bambini con handicap minori.

Una misura concepita in virtù dell’aumento dei ragazzi speciali nelle scuole del 33% in 7 anni (227.000 nel 2012).

Una misura che ci piacerebbe vedere applicata anche in Italia, o no?


Potrebbero interessarti anche


  • cinzia v.

    Salve, sono mamma di un bimbo di 6 anni con handicap, è una notizia bella di cui rallegrarsi, qui in Italia per avere un tempo quasi sufficente di ore di sostegno dobbiamo fare i salti mortali con l’ AEC, davvero inaccettabile!