In cucina coi bambini, decoriamo le magliette!

La fine delle vacanze estive si sta ormai avvicinando e più di qualcuno fra noi genitori sarà sollevato all’idea, un po’ perché questo periodo dell’anno si rivela essere un autentico gioco d’incastro ed equilibrismo per conciliare la presenza in casa dei bambini con i nostri impegni di lavoro, un po’ perché intrattenere un bambino a volte annoiato durante le ore più calde della giornata – in cui uscire per giocare all’aperto è proibitivo – può essere una vera sfida.
Ecco allora alcuni suggerimenti per sfruttare creativamente i tempi morti ed al tempo stesso solleticare la creatività dei piccoli con attività artistiche semplici e a costo davvero contenuto, riciclando qualche vecchia maglietta o stoffa che abbiamo già in casa.
Quella proposta è un’attività davvero semplice, divertente, ma anche utile per trasformare e dar nuova vita a stoffe ed indumenti che ormai non usiamo più e che può essere anche un’idea regalo per l’amichetto del cuore: si tratterà di decorare con i colori  indumenti o stoffe, dando loro il tocco personale dei piccoli di casa.

bambini la apprezzeranno proprio perché si potranno trasformare in piccoli stilisti, personalizzando la loro maglia e scegliendo liberamente i colori da utilizzare. Per i più piccini dovrete scegliere  frutti, ad esempio mele o pere, a condizione che non siano maturi, e li dovrete tagliare in due; in alternativa, potrete utilizzare anche delle patate tagliate a metà.

Incidete sulla superficie del frutto delle forme semplici come un cuore o una stella, magari aiutandovi con un taglia biscotti, scavando poi la parte del frutto che circonda la forma incisa in modo da avere quest’ultima in rilievo. Otterrete così un vero e proprio timbro naturale.

In alternativa, se l’idea di sprecare un frutto non vi va, potrete, nel corso delle vostre passeggiate estive, raccogliere delle foglie, avendo cura di utilizzare solo quelle fresche e dalla superficie leggermente porosa. Le foglie secche potrebbero spezzarsi o sbriciolarsi durante l’uso, mentre quelle dalla superficie particolarmente liscia non assorbirebbero colore a sufficienza, e non potrebbero essere usate a mò di tampone.

In alternativa i bambini potranno utilizzare come stampini mani e piedi. Come vedete, le opzioni non mancano!

I più grandicelli potranno invece cimentarsi con i pennelli e dipingere i loro soggetti o beniamini preferiti.

Cercate una semplice t-shirt bianca, ma qualsiasi altra stoffa vi piaccia andrà bene: con questa tecnica i bambini potranno decorare anche fazzoletti e bandane, ma prima di procedere fate delle prove su alcuni vecchi pezzi di tessuto, utilizzando colori specifici per la stoffa che vi dovrete procurare precedentemente.
Stendete la maglietta sopra il tavolo della cucina, cercando di stirarla il più possibile, e di evitare la formazione di grinze. Su di un piattino dovrete versare un po’ del colore per stoffa che vi sarete procurati e intingervi le foglie od i frutti che avrete scelto di utilizzare. Fate eliminare ai bambini l’eccesso di colore aiutandosi con della carta assorbente da cucina e fate loro timbrare la maglia come meglio credono.

Ora i bambini dovranno pazientare una giornata prima di indossare la loro t- shirt perché dovranno attendere che sia completamente asciutta, dopodiché potrete, o potranno i più grandicelli, stirare la maglia per fissare il colore frapponendo tra stampa e ferro da stiro un vecchio fazzoletto.

Ora la maglia è pronta per essere indossata, si può lavare tranquillamente in lavatrice sotto i 60°.

La stessa tecnica può essere utilizzata per realizzare delle tovagliette all’americana adatte per preparare la tavola per la colazione o la merenda di metà pomeriggio.

La prossima volta vedremo invece come tingere una stoffa con i colori naturali.

Michela Boscaro


Potrebbero interessarti anche