Ecologia domestica: bambini e zanzare

D’estate la necessità di proteggersi dall’assalto delle zanzare, e soprattutto di proteggere i bambini che sembrano esserne le vittime preferite, ci pone di fronte al problema di quale prodotto scegliere come repellente.

Sono ovviamente da evitare la maggior parte dei prodotti commerciali: molti infatti contengono DEET, cioè il N-diethyl-m-toluamide, una sostanza certamente efficace ma che è risultata tossica in numerosi casi e che, per legge e convenzione internazionale, non è consigliabile sui bambini (attenzione che si trova anche in prodotti spacciati falsamente come naturali e adatti ai bambini, vedi l’Orphea baby).
Vi sconsiglio anche altre soluzioni come:
l’uso di Piretroidi che sono estremamente tossici per i microrganismi acquatici e che si accumulano nell’ambiente.
i tanto pubblicizzati braccialetti antizanzare che contengono sostanze tossiche anche se in dosi non preoccupanti e che comunque paiono essere inutili.

Ci restano così le alternative naturali come spray o pomate al Ledum Palustre o ai più svariati oli come olio di Neem, olio di Andiroba, olio essenziale di eucalipto citriodora, geranio, citronella, lavanda.

Una soluzione semplice ed economica è autoprodursi uno spray:
10% di alcool, acqua e l’aggiunta di un 1%, circa una ventina di gocce, di qualcuno dei suddetti oli essenziali, il migliore pare essere l’eucalipto citriodora. Agitare prima dell’uso.

Se dobbiamo proteggere un bimbo piccolo però è sempre meglio evitare l’uso di oli essenziali e quindi è meglio rivolgersi all’olio di Neem (anche quello di Andiroba andrebbe bene ma è di più difficile reperibilità) che si può usare anche puro sulla pelle e oltretutto pare essere tra le sostanze più efficaci. Unico neo un profumo non proprio squisito.
La soluzione più semplice è diluire l’olio di Neem in un altro olio come quello di mandorle o di girasole o volendo in una crema, ma in questo caso va fatto al momento dell’uso.

L’olio di Neem va usato in proporzioni davvero minime ma comunque è sempre meglio prima provarlo su una piccola parte del corpo per essere sicuri che non vi siano reazioni indesiderate. Consiglio di cominciare con poche gocce e eventualmente aumentare man mano le dosi, normalmente un 10% è più che sufficiente.

Se le zanzare ci hanno già punto la natura ci offre numerosi prodotti lenitivi:

l’olio essenziale di tea tree, non puro ma diluito al 5-10%
la pomata alla calendula (l’ideale è quella autoprodotta che contiene anche il tea tree!)
l’allume di rocca
l’olio di Neem puro
l’olio essenziale di lavanda
l’oleolito di iperico

Elena Suppo


Potrebbero interessarti anche