Ecologia domestica: burrocacao fai da te

La fisiologia delle labbra è diversa da quella del resto della pelle: si tratta infatti di mucose e lo strato corneo è privo di ghiandole sebacee, pertanto le labbra non hanno la capacità di trattenere idratazione endogena.

E’ quindi necessario applicarvi dei prodotti particolarmente occlusivi contenenti burri e soprattutto cere.

La grande distribuzione spesso ci offre prodotti composti in gran parte da derivati del petrolio, quindi anche nell’acquisto di un burrocacao dobbiamo stare attenti.

E’ però davvero molto semplice autoprodurre un burrocacao; è infatti generalmente il primo “spignatto” che si può tentare in casa e fornisce sempre grandi soddisfazioni.

Questa ricetta è la più semplice:

24 g. burro di karitè
5 g. cera d’api
6 cucchiai di olio di ricino
10 gocce olio essenziale

E se invece abbiamo del vero burro di cacao (o del cioccolato fondente al 70% come sostituto!):

45g. burro di cacao
45g. burro di karitè
10g. olio di ricino
20 gocce di olio essenziale

In entrambe i casi basta far sciogliere gli ingredienti a bagnomaria e mescolarli. Otteniamo così un prodotto con una consistenza perfetta per essere riposto in un barattolino.

Attenzione che il burro di karitè patisce le alte temperature, è meglio aggiungerlo dopo aver fatto sciogliere gli altri ingredienti.

L olio di ricino è il migliore sulle labbra dato che è molto denso e lascia un effetto lucido, in caso però vogliate sostituirlo anche l’olio di riso va bene dato che è molto ricco di vitamina E.

E se volete un effetto più lenitivo l’ideale è sostituire parte del ricino con un oleolito alla calendula in olio di riso o in olio extra vergine d’oliva.

Scegliete oli essenziali di agrumi o la menta, molti altri oli essenziali sono sgradevoli al palato!!

Se invece desiderate la consistenza di un vero stick la ricetta classica tramandata dai guru dello spignatto casalingo è:

2g. cera d’api
2g. burro di cacao
2g. olio di ricino
2 gocce di olio essenziale

Anche in questo caso il tutto va fuso a bagnomaria e poi versato nei tubetti.

Elena Suppo


Potrebbero interessarti anche


  • Paola

    Ciao, vorrei provare questa ricetta ma non ho il burro di karitè: posso evitare di utilizzarlo o è proprio necessario?