Psicofarmaci ai bambini, eccone uno nuovo

A partire da gennaio 2013 sarà commercializzata anche in Italia la guanfacina, nuovo psicofarmaco sperimentale per piccoli affetti da Adhd, meglio nota come iperattività, una patologia che provoca deficit di attenzione e problemi comportamentali.

La sperimentazione della pillola in Italia è avvenuta sotto silenzio, nonostante il recente clamore mediatico causato dalle polemiche sugli abusi di pillole sui bambini.

Che le industrie farmaceutiche lucrino sull’incidenza dei disturbi psichici dei minori è un dato di fatto e fortunatamente in Italia c’è un attivo gruppo di farmacovigilanza,Giù le mani dai bambini, e nel 2007 l’Istituto superiore di Sanità ha stilato un registro di circa 2 mila bambini a cui sono somministrati i medicinali contro l’iperattività.

E’ recentemente uscito per Terre di mezzo Editore un libro dal titolo La fabbrica delle malattie, in cui l’autrice Dalla Rosa, oltre a denunciare il malcostume dell’industria farmaceutica, ricorda l’importanza dell’immaginazione come terapia alternativa dei disturbi comportamentali.

L’esempio più recente citato è riferito alle piccole vittime del terremoto in Emilia, la cui elaborazione del tragico avvenimento è stata curata da illustratori e scrittori per l’infanzia tramite giochi e racconti, nel progetto “Il cantiere della fantasia”.


Potrebbero interessarti anche


  • Gio

    Trovo un tristissimo specchio dei tempi in cui viviamo la leggerezza con cui i farmaci in genere vengono somministrati, ancora di più ai bambini, che sono totalmente nelle nostre mani. La prescrizione di un farmaco, mi spiace dirlo, a volte va a coprire mancanze delle famiglie, della scuola e della società nel gestire le esigenze educative, emotive e di crescita dei nostri bambini. Un fenomeno preoccupante sul quale tutti dovremmo fare una seria riflessione!