Ricette vegan, fantasia in cucina!

Nei commenti all’ultimo mio pezzo c’era la richiesta di ricette vegan per conoscere più da vicino questa scelta.

Devo ammettere di non aver un quaderno di ricette zeppo e logoro dall’uso o un libro a cui attingere preziosi consigli. O meglio: ho iniziato con il libro Cucina etica facile, ed. Sonda, ne ho avuto regalato un altro di Stefano Momentè, ho spulciato, e continuo a farlo, sul web e poi reinvento e modifico le ricette a seconda dei nostri gusti e degli ingredienti presenti in frigo!

In questo modo non preparo sicuramente piatti da grandi chef, che in questo periodo so che spopolano, ma mangiamo sempre bene, con gusto e cruelty free!

Per esempio il tofu è semplice da preparare e veloce e viene molto gustoso se saltato in padella con aglio tritato fine fine, cipolla, semi di sesamo, olio extra vergine d’oliva e salsa di soia (shoyu o tamari). Mia figlia ne è ghiotta.

Ieri ho preparato lenticchie rosse decorticate con zucca: battuto di cipolla e immancabile aglio, sfumato con vino bianco e poi aggiunta di zucca e lenticchie. Fatto cuocere il tutto fino a che le lenticchie risultano quasi sfatte, aggiunto olio extra vergine d’oliva e mangiato con pane o con cus cus. Una delizia. Se poi si volesse un gusto più esotico consiglio l’aggiunta di curcuma.

ricette vegan muffinsHo anche preparato dei gustosi muffin, ma non ricordo davvero dove ho preso la ricetta, non vorrei far torto a qualcuno! Persino con farina senza glutine:

1 banana, 3 cucchiai di acqua, 60gr di zucchero di canna, 60 gr olio di mais, poco lievito. Tutto frullato, messo nelle formine unte con olio e infornati a 180°C per 25 minuti circa. Buoni. Oggi li proverò con la pera!

I legumi sono buoni in tutti i modi, in insalata, con la pasta o con il riso, in bianco o col pomodoro. A pranzo abbiamo mangiato i fagioli cannellini cotti in pentola a pressione con cipolla, aglio, due foglioline di salvia sminuzzate, vino bianco e pomodori pelati frullati. Un po’ di sale o brodo liofilizzato bio per dare sapore, e il pranzo è servito, con la pasta completo anche di amminoacidi essenziali.

Ma con i legumi ho fatto anche polpette e burger da accompagnare con le verdure più svariate. Molto semplici da preparare: frullo i legumi (lenticchie, ceci, fagioli bianchi corona, cannellini… ) con quello che più mi piace: pomodori secchi, capperi, aglio o cipolla, mandorle o noci o pinoli, un po’ di tamari o sale o brodo (liofilizzato, bio), se volete del lievito alimentare in scaglie, olive, e se l’impasto risulta troppo morbido aggiungo della farina di mais o di ceci per indurirlo e poter formare le polpette.

Le passo nella farina di mais, le dispongo sulla teglia, un filo d’olio e inforno per una ventina di minuti a 180°C.

I burger di lenticchie li faccio con le lenticchie già cotte e passate in padella con un insieme di porri, zucchine e aglio precedentemente saltate. Frullo il tutto e formo dei burger che passo nel sesamo. Filo d’olio, in forno e in pancia!

Anche queste le ho prese forse dal gruppo genitori veg di facebook, lì si scambiano tantissime idee. Poi le modifico a seconda di quello che ho o da una volta all’altra per variare e sperimentare con abbinamenti diversi.

Ma davvero non sono una buona cuoca, non amo cucinare e stare ore ai fornelli, ma dobbiamo pur mangiare e possibilmente cose buone. In cucina ci vuole fantasia e ingredienti buoni, in tutti i sensi.

Anche buona volontà, sì.

La varietà è tanta, le verdure di stagione sono ottime e permettono di sbizzarrirsi con sformati, vellutate o semplicemente saltate nel wok.

Non dimentichiamo che ci sono anche seitan (di cui però è bene non abusare, essendo glutine puro) e tempeh, ottimi e preziosi alleati di un regime vegan, ma non indispensabili, sono più che sufficienti i nostri prodotti per avere tutto ciò di cui il nostro organismo necessita.

Dulcis in fundo…(sì, perchè un dolcetto è sempre piacevole) con i latti vegetali di soia o riso o tanti altri, potete preparare budini, creme, torte, biscotti…Ma se voleste qualche ricettina semplice … avete già quella dei muffin, le altre la prossima volta!!

E se qualcuno vi dovesse dire: tu mangi solo piante, ma anche i vegetali soffrono… voi ditegli di andare a farsi un giro nei macelli, o anche solo di guardare qualche video sul web, ormai se ne trovano tanti! Gli animali sono esseri senzienti, che provano gioia e dolore, che sono capaci di provare sentimenti.

Cercate il video di quella mammamucca separata dal suo cucciolo e guardate quando si ritrovano: è una scena che fa capire quanto siano simili a noi, più di quanto forse vorremmo ammettere.

Le piante non possono provare queste cose e non hanno un sistema nervoso. Forse a loro modo provano anche qualcosa e noi magari non siamo capaci di decodificarlo, ma certo non soffrono come noi e come i nostri amici animali.

Quindi avanti con la sperimantazione di nuovi abbinamenti in cucina! Sempre veg e cruelty free!!

Se sperimenterete qualcosa, fatemelo sapere, ho bisogno anche io di idee sempre nuove!

Grazie.

Clara D’Attorre


Potrebbero interessarti anche