Massaggio del bambino e sistema di calma e connessione

Oggi vi vorrei parlare di due sistemi regolatori dell’essere umano: il sistema di attacco o fuga e il sistema di calma e connessione, poiché essi sono fortemente collegati agli effetti e ai benefici dei massaggi che possiamo fare e ricevere.

Il corpo umano interagisce con l’ambiente grazie a complessi e ingegnosi sistemi in grado di provvedere alla sopravvivenza individuale e della specie. Questi sistemi sono messi in moto e regolati dalla parte simpatica del sistema nervoso autonomo, cioè quella che coordina le funzioni involontarie.
Il sistema che è stato maggiormente studiato e che conosciamo meglio si chiama “sistema di attacco o fuga”: è un complesso di reazioni e, come dice il nome, consiste nel comportamento di attacco o fuga nei confronti di uno stimolo ritenuto pericoloso. La preferenza dell’una o dell’altra reazione dipende dalla valutazione del pericolo che si trova di fronte a noi: può mobilitare tutte le nostre risorse per permetterci di affrontare la minaccia e difenderci attivamente oppure per consentirci di fuggire da essa.
Ecco le attivazioni messe in moto dal sistema di attacco o fuga:
La frequenza e l’intensità del battito aumentano, aumentando quindi l’afflusso di sangue nei muscoli. Inoltre il tuo fegato rilascia l’energia immagazzinata sotto forma di glucosio, che fornisce carburante extra per i tuoi muscoli. Possiamo dire che, mentre il tuo corpo si prepara per funzionare alla sua massima capacità, tu diventi più forte per un po’. (…)

I canali in cui passa l’aria si sono dilatati e hai respirato più velocemente; in questo modo, hai incrementato la ventilazione del corpo e elevato il livello di ossigeno nel sangue. Le tue pupille si sono dilatate, così hai potuto vedere meglio in tutte le direzioni e identificare più facilmente il possibile pericolo. (…) il colore della tua pelle è cambiato (…) anche la circolazione nel tuo stomaco e nell’intestino sono state alterate e l’intero apparato digerente è stato interessato. La sospensione della fornitura di sangue e dell’attività in certe parti del corpo è uno delle modalità sapienti dell’organismo per risparmiare energia in modo che sia possibile usarla dove ce n’è più bisogno. Usare l’energia per digerire cibo e immagazzinare i nutrienti non è importante quando è in gioco la sopravvivenza in se stessa. (Moberg, 2003:20,21)*
Gli ormoni interessati da questo sistema (chiamati a volte proprio “ormoni dello stress”) sono l’adrenalina, in particolare la noradrenalina, e il cortisolo. Nella vita quotidiana, oltre ai pericoli che affrontiamo e alle minacce perpetrate nei confronti della nostra sopravvivenza (i quali ci provocano paura), spesso anche la rabbia e lo stress attivano tale sistema.

Molto meno conosciuto, invece, è il “sistema di calma e connessione”, studiato dalla ricercatrice svedese Kerstin Uvnäs Moberg, e che agisce esattamente in maniera opposta al sistema di attacco o fuga. Quando ci sentiamo bene, dopo un buon pasto, un bel massaggio, o quando ci troviamo in piacevole compagnia, sentiamo di essere meno preoccupati dei problemi che ci affliggono, siamo più rilassati e sorridenti.
Ecco le attivazioni messe in moto dal sistema di calma e connessione:
Al contrario del sistema di attacco o fuga, la risposta di calma e connessione è marcata da un abbassamento della pressione sanguigna e da più bassi livelli dell’ormone dello stress cortisolo. L’appetito può aumentare e la digestione, specialmente l’assorbimento e l’immagazzinamento delle sostanze nutritive nei depositi di grasso corporeo, diventano più efficaci. La circolazione sanguigna aumenta nelle membrane della pelle e delle mucose e diminuisce nei muscoli. Una cosa interessante: molti di questi cambiamenti non avvengono soltanto nell’immediato ma persistono nel tempo. (Ivi:23-24)*
L’ormone principalmente interessato da questo sistema è l’ossitocina, la quale è anche collegata al funzionamento delle endorfine.

I sistemi appena considerati sono entrambi di vitale importanza per l’essere umano. Il sistema di attacco o fuga ci garantisce la sopravvivenza nelle situazioni pericolose e ci consente di reagire alle sfide della vita con un’aggressività positiva, con un’attivazione che permette di avere una marcia in più e portare a termine i compiti che richiedono il nostro impegno.

Il sistema di calma e connessione ci consente di ritrovare il benessere, di intrattenere rapporti e mantenere relazioni sociali positive e costruttive, ci conduce a uno stato di piacere e di pace, per goderci la vita. Questi due sistemi, se ben funzionanti nell’ambiente in cui viviamo, si trovano in una situazione di equilibrio omeostatico.

Attualmente, però, nella nostra società si verifica un forte sbilanciamento a favore del sistema di attacco o fuga. Il massaggio potrebbe apportare enormi benefici e riequilibrare l’assetto ormonale, a favore del sistema di calma e connessione. La prossima volta vedremo in che modo 🙂

Nicoletta Bressan

*Moberg K. U. (2003), The Oxytocin Factor : Tapping The Hormone Of Calm, Love, And Healing, Capo Press


Potrebbero interessarti anche