Bambini e tv, un incontro a Torino

Tema controverso, quello del rapporto bambini e tv. Troppa fa male, niente come si fa? Demonizziamo, non demonizziamo. Siamo selettivi, facciamo da filtro, sotto i tre anni meglio evitare, scegliamo solo programmi educativi. Sì, ma quali?

Lasciar guardare o no la televisione ai piccoli è argomento che accende gli animi, scatena discussioni, smuove sensi di colpa…Quanto le immagini e i contenuti proposti influiscono sullo sviluppo dei più piccoli? I programmi a loro destinati sono davvero a loro misura? E la pubblicità? Quali messaggi recepiscono i nostri ragazzi?

A tale proposito il Bambino Naturale ha pubblicato un libro davvero prezioso e illuminante, Bambini psico-programmati, dove vengono svelati molti dei meccanismi nascosti dietro i contenuti televisivi indirizzati ai più giovani, mettendo in guardia genitori e adulti in genere sui reali pericoli ai quali una fruizione inconsapevole, per non dire abuso, della tv espone i nostri figli.

Venerdì 24 maggio l’autrice di Bambini psico-programmatiAntonella Randazzo – interverrà presso il Teatro Bossatis di Volvera (Torino) sul tema bambini e tv, invitando a un confronto costruttivo genitori, educatori, insegnanti, pedagogisti.

Nel corso della serata, che avrà inizio alle ore 21, è prevista la lettura degli elaborati dei ragazzi della scuola media di Volvera partecipanti al progetto “Telecomando”, ideato da Silvio Truccano (Associazione LiberArt), promosso da oltre 10 anni nelle scuole del nord Italia.

L’ingresso è libero.


Potrebbero interessarti anche