Mamme e lavoro, come reinventarsi

La maternità stimola l’intelletto?
Si, l’ho sempre pensato.

E’ una svolta, una rivoluzione, un terremoto.
Ci trasforma il corpo, ci sballa gli ormoni e ci rende qualcosa di diverso da quello che eravamo prima… qualcosa che non sapevamo di poter diventare.

La mia storia la sapete. Ero una donna che non si fermava mai, che non sapeva essere slow. Che aveva “bisogno” di lavorare per vivere (e non parlo di una questione economica)… e ora sono una mamma slow, che lavora con i propri bimbiaccanto.

Invece oggi voglio raccontarvi un’altra storia, di cui sono stata lontana osservatrice.

E’ la storia di Ambra.
Ambra è una mamma giovanissima, che io ho conosciuto quando non era ancora mamma.
L’ho conosciuta su un forum dedicato alla maternità… ed era ancora più giovane.

Ricordo bene i primi messaggi che ci siamo scambiate… mi disse “io amo i bambini, ne voglio uno presto… peccato per questo lavoro part time che ho….”

Mi colpì tanto.
Anche io ho desiderato essere mamma presto. Ho fortemente voluto Antonio in una età in cui le mie amiche mi scambiavano per pazza.

Comunque Ambra non è una che dice cose che non pensa, e soprattutto non è una che non fa le cose che pensa 🙂

Un anno esatto dopo quel dialogo mi annuncia di essere incinta e ad un anno esatto dalla nascita del mio andrea arriva la sua Sophie.

Sophie cambia le carte in tavola, come solo i neonati sanno fare.

Come ogni neomamma Ambra desidera “congelare” gli attimi magici…. scatta foto alla sua bimba.

Sono le foto di una mamma innamorata… e no… sono qualcosa di più… sono foto belle davvero, soprattutto per una “principiante”.

E così si scopre un talento, che Ambra coltiva studiando fotografia.
Affina la tecnica, impara cose nuove e alla fine di questo percorso nasce la sua attività.

Fotografa di bimbi e mamme e famiglie.

Una favola?
No, una storia di impegno, di coraggio e di fatica.

Perché studiare fotografia mentre hai una neonata da accudire e un lavoro part time richiede impegno.

Ma una storia bella che dimostra come la maternità non è solo la nascita di un figlio, ma una rinascita di noi stesse.

Coltiviamoci 🙂

Luisa Maria Orsi

(In questa foto Andrea e Sophie, i motori del nostro cambiamento, ritratti da Ambra durante una scampagnata :D)


Potrebbero interessarti anche

Libri sull'argomento


  • Bimbiuniverse

    Non sai come vorrei reinventarmi io!!
    È non so come fare x non tornare al mio lavoro che non riesco più a sopportare xche non mi piace più ormai da tanto!

  • Elena

    Grande ambra sei una super mamma

  • Complimenti Ambra!!! Come mi riconosco nella sua storia…sto cercando di intraprendere la stessa strada di Ambra. Dopo la nascita della mia secondagenita che adesso ha quasi 10 mesi ho capito che non potevo piu rientrare al mio lavoro fisso di 8 ore al giorno, pur avendo un contratto indeterminato che oggi giorno é oro. Cosi ho deciso di dedicarmi alla mia passione per la fotografia che avevo gia da tempo.
    I miei figli sono la mia ispirazione e mi danno l’energia e l’entusiasmo di cui ho bisogno. C’é ancora tanta strada da fare per poter avviare un’attività vera e propria in quando mi occupo io della bambina ma sono fiduciosa che un giorno riuscirò a fare della mia passione un lavoro. Certo, sono fortunata di aver potuto fare questa scelta e di avere un marito che mi sostegne…